RASSEGNA STAMPA
PER LEGGERE UNA BUONA NOTIZIA BISOGNA PAGARLA: SUI MEDIA SOLO IL MALE HA DIRITTO A CONTINUE CITAZIONI GRATUITE



Il 4 dicembre 2014 sull’edizione torinese de La Stampa è comparsa un’intera pagina a pagamento firmata da due bambine, Sara e Irene. Attraverso di loro, il papà raccontava la vicenda di  Stefania, la mamma, che mentre era in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Molinette di Torino andava in arresto cardiaco. Veniva immediatamente soccorsa dall’intervento del personale di turno, rianimata e operata d’urgenza per dissecazione aortica dall’équipe di Cardiochirurgia.
Le bimbe ringraziano citando per nome i medici coinvolti ed estendono la loro gratitudine a tutto il personale che ha assistito la loro mamma  nel primo fondamentale soccorso, nell’intervento, nel post intervento e nella riabilitazione. Concludono ringraziando anche chi ogni giorno “vive il proprio Giuramento di Ippocrate non come una semplice professione ma come una vera e propria missione di vita, fornendo costantemente la Speranza”.
Due riflessioni:
La prima: come afferma Massimo Gramellini “…per leggere una buona notizia bisogna pagarla. Sui media soltanto il male ha diritto a continue citazioni gratuite”. (La Stampa 5.12.2014 Il Buongiorno) 
La seconda è che la buona notizia riguarda il mondo sanitario, e in particolare gli operatori delle strutture ospedaliere e assistenziali. Sui muri dell’Aula Magna dell’Ospedale Niguarda di Milano, dove si è tenuto recentemente il convegno promosso da Medicina e Persona “Lo scopo della sanità è ancora la cura dell’uomo?”,  alzando lo sguardo si vede  un ininterrotto fregio costituito dai nomi di coloro che hanno contribuito all’edificazione e al mantenimento dell’ospedale. Nel convegno  si è sottolineata l’importanza storica della beneficenza come espressione  della gratitudine del popolo milanese per le cure e l’assistenza ricevute. È emerso che chi  lavorava in passato alla Ca’ Granda, percependo l’ospedale come cosa propria,  fosse lieto di questa modalità di manifestare  il ringraziamento.
Il modo con cui il papà di Sara e Irene ha scelto di esprimere la gratitudine non  è da giudicare meno utile dell’acquisto di uno strumento diagnostico o del finanziamento di una borsa di studio: oggi gli operatori della salute hanno anche bisogno di sentire che il loro lavoro (che non è angelico o miracoloso) è conosciuto, apprezzato e  valorizzato.  Ed è interessante notare la ricomparsa della bellezza attraverso i ritratti delle bimbe a carboncino che compaiono nell’inserzione.
Capita a tutti noi di essere  qualche volta ringraziati: siamo tentati di immagazzinare e tenere per noi la soddisfazione che ne ricaviamo; come le donazioni di una volta edificavano gli ospedali (e oggi aiutano a mantenerli e a svilupparsi), queste iniziative di ringraziamento, proprio perché pubbliche, devono aiutarci a riedificare  un soggetto umano e professionale, lavoro che non si può fare da soli.

A cura di Gemma Migliaro


Lettera comparsa su La Stampa


(versione in PDF per la stampa)

ABORTO/LEGGE 194/PILLOLA DEI GIORNI DOPO

Pillola dei cinque giorni. Irresponsabilità da banco - (Avvenire)
L. Schoepellin - 27/11/2014

Aborto diritto fondamentale. La Francia sceglie l'ideologia - (Avvenire)
D. Zappalà - 28/11/2014

Su ElleOne <<da banco>> partita aperta - (Avvenire)
- 04/12/2014
BIOETICA/BIOPOLITICA

Bioetica globale in cerca di regole condivise - (Avvenire)
L. Palazzani - 20/11/2014

Lorenzin. Serve un fondo anche per il sociale - (Il Messaggero)
- 24/11/2014

In Italia aumenta la povertà sanitaria - (il Sole 24 Ore - Sanità)
- 02/12/2014
LEGGE 40/FECONDAZIONE ARTIFICIALE/UTERO IN AFFITTO

Utero in affitto per avere figli: coppia assolta, trucco a fin di bene - (Il Giornale ed. Milano)
E. Camanzi - 27/11/2014

Surrogata all'italiana legalizzazione per sentenza - (Avvenire)
M. Palmieri - 28/11/2014

Un mercato in espansione - (Avvenire)
- 29/11/2014
EUTANASIA

Molti medici in Italia già praticano l'eutanasia - (La Stampa)
S. Rizzato - 25/11/2014
EBOLA

Ebola ora l'Italia affronta il paziente numero zero - (Il Sole 24 Ore)
C. Viscoli - 25/11/2014

Ebola cure e strategie per il medico - (Avvenire)
L. Bellaspiga - 25/11/2014

Ebola grave il medico italiano. Adesso una cura mai tentata - (il Giornale)
P. F. Borgia - 30/11/2014

Il medico italiano e il rebus Ebola - (Corriere della Sera)
M. De Bac - 03/12/2014
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/OSPEDALI/SPESE

Quanto si spreca per esami inutili - (Corriere della Sera)
M. G. Farello - 23/11/2014

Ospedali gli standard vanno riscritti - (il Sole 24 Ore - Sanità)
- 25/11/2014
UNIVERSITA'/RICERCA

Medicina rivoluzione specializzandi - (Il Messaggero)
C. Mozetti - 24/11/2014

La formazione specialistica deve partire dai fabbisogni negli Ospedali - (Panorama Sanità)
A. Vergallo - 25/11/2014
VACCINI

Vaccini. La sentenza che divide - (Avvenire)
U. Folena - 25/11/2014

Influenza incubo vaccino dopo tre morti sospette - (la Repubblica)
C. Zunino - 28/11/2014

Vaccini evitare il panico, le cause possono essere molteplici - (Il Messaggero)
S. Garattini - 28/11/2014

Vaccini salgono le morti sospette. Lorenzin primi test negativi - (Il Sole 24 Ore)
S. S. Sperandio - 30/11/2014

Vaccini 13 casi sospetti, due settimane per i test - (Corriere della Sera)
M. De Bac - 01/12/2014

Vaccini primi test, Flaud sicuro. Il Ministro, ora basta panico - (La Provincia di Varese)
- 02/12/2014

I vaccini funzionano. Allarme ingiustificato - (Il Sole 24 Ore)
M. Bartolini - 02/12/2014

Nessun nesso tra Flaud e le morti - (Il Sole 24 Ore)
- 04/12/2014