RASSEGNA STAMPA
"DISPOSIZIONI URGENTI PER LA STABILIZZAZIONE FINANZIARIA"


La lettura dei giornali in merito al DECRETO-LEGGE 6 luglio 2011, n. 98 ed i relativi commenti fa venire tante domande.
Prima domanda: nel 2012 cosa succede? Questa manovra, relativamente alla sanità, non tratta del 2012 ma, attenzione, il 2012 non sarà per nulla tranquillo. Infatti nel 2012 l’incremento di risorse per le Regioni, in termini di soldi in cassa, non sarà del 2,8% in più rispetto al 2011, così come prevedeva il patto per salute 2010 – 2012 stipulato tra Stato e Regioni nel dicembre del 2009, ma dello 0,8%. Perché? Perché, così come prevedeva il testo stesso del citato Patto Stato Regioni del 2009, il finanziamento di questo incremento può avvenire anche tramite “ulteriori misure che lo Stato si impegna ad adottare nel corso del 2010 dirette ad assicurare l’intero importo delle predette risorse aggiuntive”. E queste manovre nel 2010 sono state varate in termini di spostamento dalla farmaceutica ospedaliera a quella territoriale di un controvalore di circa 600 MLN di euro di farmaci (con risparmi che alla verifica dei fatti sono praticamente nulli) e con il blocco dei rinnovi contrattuali di tutto il pubblico impegno che questo decreto legge proroga fino a tutto il 2014. Ciò comporta un minor costo per il SSN stimabile nel 2012 e nel 2012 nei termini di circa 630 MLN di euro su base nazionale. Il governo stima che i “minori costi di sistema” permettono di finanziare gran parte dell’incremento di risorse del 2,8% previsto per il 2012 e che, conseguentemente, l’incremento reale di risorse in capo allo Stato è dello 0,8%.
Il controvalore del ticket di 10 euro per ricetta, introdotto con la finanziaria del 2007 e sospeso dopo solo 4 mesi di vigenza nel maggio del 2007, viene finanziato dallo Stato fino al 31 dicembre 2011 così come è avvenuto nel 2010. Per capire gli sviluppi di questo ticket bisognerà aspettare la finanziaria del 2012 che sarà varata a dicembre e che stabilirà se continuerà a finanziare il controvalore dello stesso anche per il 2012 o se, nulla dicendo, questo ticket risorgerà dalle ceneri.
Seconda domanda: dopo il 2012?
Per gli anni successivi questo decreto legge prevede un incremento di risorse dello 0,5% per il 2013 e del 1,4% per il “lontano” 2014 e la partenza scaglionata di provvedimenti che si aggiungono – in termini di “minori costi” - ai blocchi dei contratti ed alla sopra citata manovra sulla farmaceutica, quali:
Dal 2013 tetto anche per la farmaceutica ospedaliera con pay back da parte dell’industria del 35% del valore dell’eventuale sforamento rispetto al tetto secondo dei criteri che AIFA dovrà definire entro il giugno del 2012
Fornitura alle Regioni, fin dal 2012, da parte dell’osservatorio dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di un’elaborazione dei prezzi di riferimento, alle condizioni di maggiore efficienza dei beni, ivi compresi farmaci e dispositivi.  Il testo prevede anche che le regioni adottino tutte le misure necessarie a garantire il conseguimento degli obiettivi di risparmio programmati, intervenendo anche sul livello di spesa per gli acquisti delle prestazioni sanitarie presso gli operatori privati accreditati. Questa iniziativa dovrebbe permettere qualche risparmio ma è difficile oggi prevederlo in quanto il quadro nazionale è molto disomogeneo, con Regioni, come la Lombardia, che da anni stanno facendo gare per beni ad alto impatto di costo e che hanno quindi margini di miglioramento risicati ed altre che relativamente al tema dell’acquisizione dei beni e servizi hanno fatto poco o nulla.
A decorrere dal 1° gennaio 2013 verrà definito un tetto nazionale, suddiviso per le diverse regioni, relativamente al costo dei dispositivi medici, compresa l’assistenza protesica, in base ad un fabbisogno standard che è ancora tutto da definire nei metodi e nelle quantità. Le regioni monitorano l’andamento della spesa per acquisto dei dispositivi medici: l’eventuale superamento del predetto valore è recuperato interamente a carico della regione attraverso misure di contenimento della spesa sanitaria regionale o con misure di copertura a carico di altre voci del bilancio regionale. Non è tenuta al ripiano la regione che abbia fatto registrare, come ad oggi la Lombardia, un equilibrio economico complessivo. Anche in questo caso è veramente molto difficile ipotizzare i risparmi legati a questa manovra.
A decorrere dall’anno 2014, su proposta del Ministro della salute di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, sono introdotte misure di compartecipazione - ovvero i ticket - sull’assistenza farmaceutica e sulle altre prestazioni erogate dal servizio sanitario nazionale. Tali misure saranno aggiuntive rispetto a quelle eventualmente già disposte dalle regioni e finalizzate ad assicurare, nel rispetto del principio di equilibrio finanziario, l’appropriatezza, l’efficacia e l’economicità delle prestazioni.

In sintesi:
Di sicuro le risorse fresche aggiuntive, in termini di soldi in cassa, saranno molte di meno rispetto a quelle previste dal patto per la salute.
In cambio di soldi vengono proposte “manovre di risparmio” con entrata in vigore spalmata tra il 2012 ed il 2014 con impatto, in termini di minori costi, difficilmente stimabile
I ticket sono previsti dal 2014 e bisogna aspettare la finanziaria del 2012 per capire se ripartirà quello di 10 euro di quota fissa per ricetta.
Sembra che dietro alla vaghezza di decisioni per il 2012 ed allo scaglionamento nel tempo delle altre politiche ci sia il timore di elezioni anticipate e la necessità correlata di diluire politiche di rigore.
Di sicuro vedremo il lato peggiore del Federalismo che si può riassumere nella frase: Regioni sono tutti fatti vostri ....arrangiatevi
Nei fatti vostri sono compresi grandi temi da noi più volte discussi quali il problema del riordino della rete ospedaliera e della forte riduzione che avremo nel medio termine di medici nei nostri ospedali. E’ il momento della decisione e del coraggio. Forza Regioni da Roma arriverà sempre meno aiuto!


                                                                                                                                  

                                                                                                                                       La Redazione

(versione in pdf per stampa)


LA MANOVRA

In sanità troppe spese senza efficienza - (La Stampa)
- 02/07/2011

P.a., stop ai furbetti della malattia. - (Italia Oggi)
- 02/07/2011

Salasso di 500 Euro a nucleo - (Avvenire)
- 03/07/2011

Vi racconto le sfide che ci attendono - (La Padania)
L. Bresciani - 03/07/2011

Strette sulle pensioni colpiti in 13 milioni - (La Gazzetta del Mezzogiorno)
- 03/07/2011

Controlli e ambulatori, 10 euro per ogni visita - (Corriere della Sera)
- 05/07/2011

Pensioni 2020: uomini a 67, donne a 62 - (La Repubblica)
- 05/07/2011

Quei ticket che paghiamo già - (La Repubblica)
G. Pepe - 05/07/2011

Fondo sanità 2013 a 109,3 miliardi - (Sole24Ore)
R. Turno - 06/07/2011

Invalidità arriva il filtro per le cause - (Corriere della Sera)
M. Sensini - 06/07/2011

Quanto valgono le nuove misure - (La Stampa)
- 06/07/2011

Visite specialistiche torna il ticket - (Corriere della Sera)
- 07/07/2011

C'era proprio bisogno di varare nuovi ticket? - (Oggi)
U. Veronesi - 13/07/2011

Sui costi della sanità serviranno misure ancora più incisive - (Panorama Economy)
G. Cantoni - 13/07/2011
TESTAMENTO BIOLOGICO

Fine vita: continua l'iter alla Camera - (Il cittadino - Genova)
M. Doldi - 03/07/2011

DDL sul fine vita al voto: è la settimana decisiva - (Avvenire)
P. L. Fornari - 05/07/2011

Vogliamo una legge umana per la vita - (L'Unità)
L. Turco - 05/07/2011

Testamento biologico il voto sarà segreto - (Corriere della Sera)
- 06/07/2011

DAT: primo ok a scrutinio segreto - (Avvenire)
P. L. Fornari - 06/07/2011

Oggi il biotestamento entra nel vivo - (L'Unità)
- 06/07/2011

Chi non vota è fuori dal Pdl - (Il Manifesto)
- 06/07/2011

Una legge contro l'anarchia delle sentenze - (La Discussione)
G. Toccafondi - 06/07/2011

"Vita indisponibile": approvata l'architrave delle DAT - (Avvenire - E' vita)
P. L. Fornari - 07/07/2011

Un Paese per il diritto alla vita - (Avvenire)
- 07/07/2011

Biotestamento, primi due sì. Scontro sull'idratazione - (Corriere della Sera)
- 07/07/2011

La nutrizione non descrimini i pazienti - (Avvenire - E' vita)
- 07/07/2011

Eutanasia questa sconosciuta - (Il Manifesto)
- 07/07/2011
LEGGE40/ABORTO/STAMINALI/CONTRACCEZIONE
BIOETICA/BIOPOLITICA

I nipoti di Galileo senza risorse - (Corriere della Sera)
- 04/07/2011
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA

San Raffaele? Due settimane per decidere - (Corriere della Sera)
- 02/07/2011

Industrie del farmaco e medici in trincea - (Sole24Ore)
- 02/07/2011

San Raffaele banche pronte a sostenere il rilancio - (Il Giornale - Ed. Milano)
M. Sorbi - 02/07/2011

Malati e Social Network, come non esporsi troppo - (Corriere della Sera)
- 03/07/2011

I medici a rischio estinzione tra 10 anni sparito uno su due - (La Repubblica)
M. Bocci - 03/07/2011

L'integrazione fallita tra ospedale e territorio - (La Repubblica)
- 04/07/2011

Precedenza al malato - (QN)
A. Scanni - 04/07/2011

Chirurghi in trasferta: "cos' abbattiamo le liste d'attesa" - (Il Giornale - Ed. Milano)
- 04/07/2011

San Raffaele rispunta Rotelli - (Il Messaggero)
- 05/07/2011

Medici verso l'estinzione per eccesso di burocrazia - (Sole24Ore - Lombardia)
- 06/07/2011

Mossa dei banchieri contro don Verzè Vaticano in campo - (Corriere della Sera)
- 07/07/2011
PROFESSIONE
RICERCA

Cervello - (La Repubblica)
- 04/07/2011

Il laser e gli occhi le due macchine per evitare errori - (Corriere della Sera)
M. Pappagallo - 06/07/2011