RASSEGNA STAMPA
L'IMPORTANZA DELLO SGUARDO


In Danimarca l’aborto è legale e agevolmente effettuabile (“freely available”) fino alla 12° settimana di gestazione. Sul New England Journal of Medicine è recente la pubblicazione di uno studio danese condotto dal 1995 al 2007 su due gruppi di donne, nate tra il 1968 e il 1993, senza patologia psichiatrica preesistente. Il primo gruppo costituito da donne al primo aborto, il secondo gruppo da donne al primo parto. Scopo dello studio è valutare se c’è una associazione tra aborto e rischio di disordine mentale. I due gruppi sono stati osservati per 9 mesi prima e 12 mesi dopo i  due eventi (l’aborto e la nascita).  Dopo aver valutato le percentuali di ricorsi allo psichiatra in fase  pre/post aborto e pre/post parto, gli Autori rilevano e concludono che c’è un incremento significativo di ricorso allo psichiatra nelle donne dal pre-parto al post- parto (3.9% vs 6.7%, P<0.001) rispetto alle donne dal pre-aborto al post-aborto (14.6% vs 15.2%, P=0.19). Alla fine gli Autori concludono che non c’è aumentato rischio di disordini mentali dopo un aborto del primo trimestre.
Non viene data importanza al dato emerso più rilevante: che cioè la percentuale di donne che ricorre allo psichiatra già prima di abortire (pari al 14.6%) è 3.75 volte più alta rispetto alla donna che chiede aiuto allo psichiatra prima del parto (pari al 3.9%). Gli Autori in Discussione rilevano che la propensione ai disordini mentali precede l’aborto e può rendere più probabile la decisione di abortire, ma non approfondiscono questo aspetto che pure è il più interessante dello studio.
Il paragone è tra due gruppi talmente diversi: in uno la donna dà la vita, nell’altro sopprime il figlio…
Guardando infine obiettivamente i numeri, l’assenza di una vera patologia psichiatrica preesistente nelle donne studiate, la diagnosi di nevrosi da stress, di disturbi di somatizzazione, si potrebbe ragionevolmente concludere che non di patologia appunto si tratta, ma di malessere, creato da un disagio, da una domanda inevasa che inevitabilmente una donna che abortisce vive - sia prima che dopo - un fatto come l’aborto. E’ questione dunque di come si guardano i dati, e di manipolare oppure di accettare i dati per quello che sono.  (Induced First-Trimester Abortion and Risk of Mental Disorder - NEJM 364;4; January 27, 2011)

E’ per questo stesso sguardo che si è reso possibile lo studio sui pazienti in stato vegetativo presso il Centro Don Orione di Bergamo. (“Stati vegetativi un casco dipinge i loro pensieri" - L. Bellaspiga, Avvenire 05/04/2011). In genere quello che sfiora oggi la mente di molti è che non si possa vivere degnamente in questo stato. Invece nell’articolo sono impressionanti le prime parole che Cristina, in stato vegetativo da anni ricoverata presso il Centro, è riuscita a dire appena uscita dal suo stato: "Dite ad Aldo che sono felice". Non ha detto "sto bene" o "non vi preoccupate", ma "sono felice". Lei ha potuto dire queste sorprendenti parole perchè l'ingegnere Daniele Salpietro, insieme al dott. Gianbattista Guizzetti e all'equipe del Centro, non vedono ricoverati 24 stati vegetativi, ma 24 persone che nella loro condizione pur misteriosa, hanno una vita degna di essere vissuta, cioè che può essere felice, indipendentemente dal concetto di "qualità della vita" con il quale oggi si pretende di stabilire se valga la pena di vivere e far vivere.
La loro capacità di prendersi cura di pazienti fino a trovare metodo innovativi di riabilitazione nasce da uno sguardo sulla persona del paziente stesso. E' questo sguardo che determina un modo più adeguato di conoscere la realtà, fino ad dettaglio di una tecnologia funzionale e più efficace, con una certezza nel rapporto e una speranza indomabili, anche nelle situazioni apparentemente irrecuperabili.


Editoriale a cura di M. Isoldi e C. Isimbaldi


                                                                                                                        La Redazione

(versione in pdf per stampa)


ABORTO/EUGENETICA/EUGENISMO/CONTRACCEZIONE

Le bambine scomparse - (Il Foglio)
- 02/04/2011 In evidenza

L'Arizona e gli aborti selettivi - (L'Osservatore Romano)
- 03/04/2011

Galles, pillola del giorno dopo a 13 anni - (Avvenire)
- 03/04/2011

Se l'aborto si usa come contraccettivo - (La Repubblica)
- 05/04/2011

India come la Cina entro 20 anni - (Italia Oggi)
E. Bianchi - 06/04/2011 In evidenza

Non è un Paese per bambine - (Avvenire)
S. Vecchia - 06/04/2011 In evidenza
CELLULE STAMINALI/EMBRIONI/LEGGE 40

Cellule staminali cerebrali per gli ammalati di SLA - (La Gazzetta del Mezzogiorno)
F. Trotta - 04/04/2011

Nuovo test da speranze contro il Pakistan - (Corriere della Sera)
M. Pappagallo - 07/04/2011

Primo occhio in provetta, rivoluzione dalle staminali - (Il Messaggero)
S. Viti - 07/04/2011

Trapianti sull'uomo. Ci vorrà ancora tempo - (La Stampa)
- 07/04/2011

Embrioni, Parigi ci ripensa - (Avvenire - E' vita)
D. Zappalà - 07/04/2011

Embrione sbagliato, baby restituito - (Il Mattino)
- 08/04/2011
BIOPOLITICA/BIOETICA

Cacciate quello studioso, è un cattolico vero - (Il Giornale)
M. Veneziani - 02/04/2011 In evidenza

Occidente credici - (Il Foglio)
G. Angelini - 02/04/2011

Quella mala revolucion - (Avvenire)
L. Geninazzi - 03/04/2011

In difesa della vita e del matrimonio - (L'Osservatore Romano)
- 03/04/2011

I principi etici sostengono la democrazia - (L'Osservatore Romano)
- 08/04/2011
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA

Due pilastri per la salute - (Milano Finanza)
- 02/04/2011

La Regione, nel Lazio si potrà partorire in casa. Pronto il provvedimento - (Il Messaggero - Cronaca di Roma)
- 03/04/2011

Spesa delle regioni in 10 anni più 75 per cento - (La Gazzetta del Mezzogiorno)
- 03/04/2011

I Malati cronici ora si curano a casa - (Libero Quotidiano - Ed Milano)
- 03/04/2011

Sanità è guerra agli sprechi - (Italia Oggi)
- 04/04/2011

Le spine delle categorie - (Corriere della Sera)
- 05/04/2011

Medicina, la professione si impara sul campo - (Il Mattino)
C. Maietta - 07/04/2011

Oppiacei prescrizioni in crescita per lo più grazie ai generalisti - (Corriere Medico)
M. Miserendino - 07/04/2011

Il medico diventa agente del fisco - (Il Sole24Ore)
M. Bartoloni - 08/04/2011
LA SANITA' NEL MONDO

Cameron prende tempo sulla riforma della sanità - (Il Sole24Ore)
L. Mais - 05/04/2011

La faccia oscura del progresso - (La Repubblica)
- 08/04/2011

Trattative a oltranza sul budget Usa - (Il Sole24Ore)
- 08/04/2011
TESTAMENTO BIOLOGICO/EUTANASIA

Il mio anno da Eluana - (Tempi)
B. Frigerio - 07/04/2011

Contro l'abbandono terapeutico odierno - (Tempi)
B. Frigerio - 07/04/2011

Obbligare a vivere? Le DAT salvano l'umano - (Avvenire - E' vita)
M. Aramini - 07/04/2011
RICERCA/UNIVERSITA'

Ricerca contro il cancro, Niguarda unico premiato a livello internazionale - (Corriere Della Sera - Ed Milano)
S. Ravizza - 03/04/2011

Con la riforma Gelmini a rischio la preparazione di 7 mila futuri dottori - (Corriere della Sera)
S. Ravizza - 04/04/2011

Da cinque geni nuove armi contro l'Alzheimer - (La Stampa)
G. Maggi - 05/04/2011

Il vaccino che può salvare dall'Alzheimer - (Corriere della Sera)
M. Pappagallo - 05/04/2011