RASSEGNA STAMPA
PROFESSIONISTI O NESSUNO: LA MEDICINA COME ARTE


La medicina oggi sta riconoscendo la necessità di un approccio integrale alla persona umana, sia del paziente, ma anche del medico. Ne è testimonianza l’iniziativa di Lancet, una delle più autorevoli riviste scientifiche, che a partire dal gennaio di quest’anno ha dato il via a una “rubrica” settimanale intitolata “The art of medicine”. Nell’editoriale di presentazione si afferma: «La maggior parte delle pagine di Lancet sono naturalmente dedicate alla ricerca scientifica e ai fondamenti tecnici che sostengono il progresso medico. Ma la medicina è influenzata da una serie di fattori che hanno poco a che fare con la scienza. Essa è un processo anche sociale e culturale, ed è condizionata da un inevitabile legame con la storia, la letteratura, l’etica,la religione e la filosofia - in breve -,  essa ha un’implicazione umanistica, e deve ammettere un ruolo per quelle branche dell’insegnamento che hanno più a che fare con l’analisi e l’interpretazione che non l’empirismo e l’evidenza» (Faith McLellan, Lancet 2008/1).
Che una medicina pienamente umanistica non possa essere “ridotta” a puro meccanicismo biologico, sembra finalmente essere diventata un’evidenza accettata. Come ha di recente scritto Giorgio Israel, «si ripropone con forza la caratterizzazione della medicina come “arte”.
Come ha giustamente osservato Mirko D. Grmek, “la medicina non è mai stata e non è neppure oggi una scienza. I Greci la chiamavano iatrikè téchne, in  contrapposizione a epistéme, considerandola come una specie di attività artigianale che opera la sintesi tra scienza, tecnica e arte”.Quindi, la medicina non è una scienza come la chimica o la fisica, ma è una pratica che utilizza tutte le scienze, un’arte della vita che fa uso di scienze di varia estrazione. Questo non è affatto riduttivo. Al contrario! Difatti, la medicina ruota attorno a qualcosa che non esiste in alcuna scienza e che rappresenta proprio il nucleo di questa “arte della vita”: la clinica. La clinica non può essere raffrontata a nulla di analogo: essa non è affatto simile alla sperimentazione fisica, è qualcosa di molto più complesso, in cui intervengono elementi oggettivi e soggettivi. Difatti, essa deve confrontarsi non soltanto con la fenomenologia oggettiva del paziente,ma con una sua esperienza soggettiva: il sentirsi malato. Come ha osservato acutamente Canguilhem, la medicina esiste perché gli uomini si sentono malati» (Journal of Medecine and Person 2008/1).
[..] La stragrande maggioranza della realtà clinica ci costringe, infatti, a convivere con il limite e la malattia, non solo, ma ci invita a entrare in rapporto “affettivo” con l’uomo che la porta.
E allora è proprio qui che si gioca la sfida, drammatica e affascinante insieme, della medicina: l’impossibilità di separare anche i più semplici atti clinici dal coinvolgimento, ultimamente affettivo, con l’altro.
Perché ci si può prendere cura sino alla fine solo di ciò che si ama, cioè solo di ciò che si riconosce legato, anche magari solo per pochi istanti, ore o giorni, al proprio destino.
Comunque lo si voglia intendere: come diritto/dovere, come solidarietà, o con il termine con cui la tradizione cristiana cui apparteniamo l’ha definito, come carità, l’amore al singolo uomo è dell’essenza della pratica medica.
Esso solo infatti fonda (rende cioè ragionevole) la fatica dell’assistenza, la passione per la ricerca, la costruzione e l’organizzazione dei luoghi della cura.
Solo accogliendo integralmente questa domanda di guarigione, che è innanzitutto domanda di significato di condivisione della sofferenza umana, è possibile vivere da protagonisti il nostro lavoro e trovare in esso soddisfazione.
(F.Achilli, Il Corriere delle Opere, Agosto 2008)
    

                                                                                                  La Redazione

(Versione in pdf per stampa)

Sottoscriviamo e facciamo nostro il
Comunicato stampa di Scienza&Vita: Ora c'è davvero da temere per la vita di Eluana (09/10/2008)


TESTAMENTO BIOLOGICO/EUTANASIA/CONSENSO INFORMATO/FINE VITA/IL CASO ENGLARO

Medici, paletti alla responsabilità - (Italia Oggi)
D. Alberici - 04/10/2008

Sul testamento biologico si segua la Costituzione - (La Repubblica)
S. Rodotà - 05/10/2008

Spetta alla persona decidere sulla vita - (Corriere della Sera)
V. Mancuso - 06/10/2008

Consenso informato: un diritto del malato - (Il Denaro)
- 06/10/2008

Per forza buona qualunque decisione? No, non è vero - (Avvenire)
F. D'Agostino - 07/10/2008

Veronesi ai malati: i medici devono ubbidirvi - (Corriere della Sera)
M. Pappagallo - 07/10/2008

Chi ha l'ultima parola sulla vita? - (La Repubblica)
C. Augias - 07/10/2008

"Mia figlia deve morire così finirà il mio inferno" - (La Stampa)
E. Lisa - 08/10/2008

Cure palliative: l'Europa mette fretta all'Italia - (Avvenire)
F. Lozito - 09/10/2008

Eluana, "inammissibili" i ricorsi di Camera e Senato - (Avvenire)
D. Paolini - 09/10/2008

Fine vita: anche Londra nelle mani dei giudici - (Avvenire)
E. Del Soldato - 09/10/2008

Non c'è un' "autoderminazione di Stato" - (Avvenire)
S. Lodovici - 09/10/2008

Parole e idee, usare con cura - (Avvenire)
M. Arancini - 09/10/2008

Due sentenze per Eluana - (Il Manifesto)
M. Maturi - 09/10/2008

E la Consulta libera Eluana dalla politica - (L'Unità)
A. Tarquini - 09/10/2008

"Invasione di campo, non sono i giudici a dover fare le leggi" - (La Repubblica)
C. Pasolini - 09/10/2008

Eluana, la Consulta dice no al Parlamento - (La Repubblica)
P. Colaprico - 09/10/2008

"Eluana come mia moglie, deve vivere" - (Il Giorno Ed. Lecco)
F. Magni - 09/10/2008

"Sentenze ad alto rischio. No alla via giudiziaria" - (Avvenire)
G. Santamaria - 10/10/2008

Il PdL: Parlamento espropriato - (Avvenire)
P. Ciociola - 10/10/2008

Dichiarazioni anticipate: già nove i ddl - (Avvenire)
- 10/10/2008

Il testamento biologico carta igienica per la destra - (Europa)
F. Orlando - 10/10/2008

La magistratura compensa una mancanza di leggi - (La Voce Repubblicana)
- 10/10/2008

Adesso tocca al Parlamento varare una legge - (Il Socialista Lab)
- 10/10/2008

Una legge serve, ma giusta - (Famiglia Cristiana)
L. Lorenzetti - 12/10/2008

Un paese civile sa rispettare la volontà dei malati - (Oggi)
U. Veronesi - 15/10/2008
ABORTO/LEGGE 194/RU 486/ PILLOLA DEL GIORNO DOPO

194, aumentano gli obiettori: "Tanti gli aborti clandestini" - (Corriere della Sera)
M. Pappagallo - 06/10/2008

La legge 194 non si tocca - (L'Informatore di Reggio Emilia)
D. Di Natale - 06/10/2008

Sindrome di Down, arriva il test del sangue - (La Repubblica)
L. Asnaghi - 08/10/2008

"Un prelievo e il down non c'è più" - (Avvenire)
T. Gomez - 09/10/2008

Aborto, da Roma stop alla Lombardia - (Avvenire)
D. Re - 09/10/2008 In evidenza

I numeri confermano: 194 da "revisionare" - (Avvenire)
V. Daloiso - 09/10/2008

La pillola del giorno dopo? E' inutile, parola di Viale - (Avvenire)
A. Bernardini - 09/10/2008 In evidenza

Quando "l'inchiesta" è a senso unico - (Avvenire)
A. Mariani - 09/10/2008

Aborto, Lombardia stoppata sulla regola delle 22 settimane - (Corriere della Sera)
R. Querzè - 09/10/2008

Aborto, bocciata la Regione. "Ma noi non ci fermiamo" - (Corriere della Sera ed. Milano)
R. Querzè - 09/10/2008

Aborto terapeutico, no al ricorso regionale - (Libero Milano)
- 09/10/2008

"Se feto è vitale perchè lasciare abortire?" - (Avvenire)
E. Negrotti - 10/10/2008

Aborto, Formigoni va avanti e incassa l'aiuto del governo - (Il Giornale ed. Milano)
A. Giannoni - 10/10/2008

Che fine ha fatto la Ru 486 - (Left)
S. Lucani - 10/10/2008

Aborti più facili: per la Cgil è "splendido" - (Libero)
L. Santambrogio - 10/10/2008
RIANIMAZIONE NEONATI PRETERMINE
SESSUALITA'/CONTRACCEZIONE/CONGRESSO SULL'HUMANAE VITAE

Infertilità, spesso il "blocco" è psicologico - (Avvenire)
G. Santamaria - 04/10/2008

"Così Paolo VI arginò il naufragio morale" - (Avvenire)
A. Mariani - 04/10/2008

"No ai contraccettivi ma tanti non ci seguono" - (Corriere della Sera)
L. Accattoli - 04/10/2008

"E' stato davvero anticonformista" - Int. a L. Scaraffia - (Il Giornale)
G. Cesare - 04/10/2008

"Niente contraccettivi, ma i cattolici non ci seguono" - (Il Giornale)
A. Tornielli - 04/10/2008

Chi si rivede: Ogino - Knaus - (L'Unità)
L. Ravera - 04/10/2008

Sessualità, i cattolici non seguono la Chiesa - (L'Unità)
R. Monteforte - 04/10/2008

L'amore addomesticato - (La Repubblica)
A. Prosperi - 04/10/2008

Il Papa: no ai contraccettivi ma i fedeli non ci seguono - (La Repubblica)
M. Politi - 04/10/2008

Il Papa: "I contraccettivi snaturano il matrimonio" - (La Stampa)
M. Tosatti - 04/10/2008

Bertone: Humanae Vitae sempre più attuale - (Avvenire)
G. Santamaria - 05/10/2008

Il sesso è libero, cioè relativo - (Il Foglio)
C. Caffarra - 07/10/2008 In evidenza

Billings&c., sfida in 5 punti - (Avvenire)
A. Galli - 09/10/2008
PMA/LEGGE 40

Fecondazione assistita ma più naturale - (Corriere della Sera)
M. Fronte - 05/10/2008

Il giro d'Europa su internet alla ricerca dei fratelli di seme - (Il Giornale)
E. Barbieri - 06/10/2008

"Contro la sterilità non c'è solo la provetta" - (Avvenire)
I. Nava - 09/10/2008
STAMINALI/CLONAZIONE/IBRIDI

Cellule adulte, quanti successi già disponibili - (Avvenire)
A. Turchetti - 09/10/2008

Le guerre staminali: cellule della discordia tra etica e scienza - (Corriere della Sera)
E. Boncinelli - 09/10/2008

Staminali, nuovo "giacimento". Embrioni sempre meno utili - (Avvenire)
A. Turchetti - 09/10/2008
BIOETICA/BIOPOLITICA

No a proposte di bioingegneria lesive della dignità umana - (L'Osservatore Romano)
- 04/10/2008

La sfera di cristallo della genetica - (Corriere della Sera)
R. Satolli - 05/10/2008 In evidenza

"Scienza, ragione e fede per chinarsi sul malato" - (Avvenire)
E. Negrotti - 05/10/2008

Binetti: "Non si può praticare la medicina dei desideri" - (Corriere Adriatico)
- 06/10/2008
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA/PROFESSIONI

Il Governo approva il contratto per la sanità - (Il Sole24Ore )
- 04/10/2008

Il patto per la salute primo round sulla spesa - (Il Sole24Ore )
R. Turno - 04/10/2008

Medici, no a turni più ampi - (Italia Oggi)
- 04/10/2008

La Sanità di Berlusconi: una ricetta sbagliata - (L'Unità)
L. Turco - 04/10/2008

Sanità, l'Italia batte gli Stati Uniti - (La Repubblica)
G. Lonardi - 04/10/2008

Dottore mi fido di te - (Corriere della Sera)
- 05/10/2008

Sanità e ospedali: evitare i tagli è necessario - (L'Unità)
L. Cancrini - 06/10/2008

No a proroga di intramoenia allargata - (Doctor News)
- 07/10/2008

Una cenerentola chiamata Assistenza Domiciliare - (L'Unità)
R. Volpi - 07/10/2008

Le regioni povere chiederanno meno sulla Sanità? - (LiberoMercato)
F. Gianfrate - 07/10/2008

Il Servizio Sanitario: più ombre che luci - (Avvenire)
- 08/10/2008 In evidenza

Betori: il federalismo preservi la Sanità - (Il Sole24Ore )
R. Turno - 09/10/2008

Che significa privatizzare gli ospedali - (Salute - suppl. Repubblica)
G. Pepe - 09/10/2008
VARIE

L'attacco ai medici da politici e tv - (Corriere Medico)
S. Di Marzio - 02/10/2008

Paolini, l'Olocausto dei disabili - (L'Unità)
D. Volpe - 05/10/2008

L'evoluzione è finita? - (La Repubblica)
E. Franceschini - 08/10/2008

Lo scienziato che teorizza la fine dell'evoluzione - (La Repubblica)
L. e F. Cavalli-Sforza - 08/10/2008