RASSEGNA STAMPA
L'UTILITA' DI UN CONVEGNO


Il titolo del nostro Convegno “Quale futuro per la Sanità? Bisogni, Risorse, Ricerca” rischiava di dare luogo  a  due possibili reazioni: quella di essere un’operazione velleitaria nel 2013, e quella di essere considerato la solita ripresa di argomenti già ben noti di cui, negli ultimi quindici anni, si è parlato anche fin troppo.
Noi che  ne abbiamo “curato” l’elaborazione avevamo ben presente fin dall’inizio questo rischio e per questo ci siamo chiesti se non fosse possibile affrontarlo in modo che fosse incisivo, come nello stile dei precedenti convegni del ciclo “Medico cura te stesso”.
Per questo abbiamo innanzitutto cercato dei professionisti che, ognuno per le sue caratteristiche e nel luogo e nella tipologia di lavoro, fosse portatore - non tanto di nuove idee - ma di proposte che si fossero già trasformate in fatti. Credo che questo sforzo progettuale abbia dato un buon esito e che la maggior parte dei relatori abbia saputo mostrare queste caratteristiche.
Una sintesi dei contenuti del Convegno credo sia stata ben espressa da due affermazioni, una del professor Cesana e l’altra del dottor Aksamit, della Mayo Clinic.
Il primo – documentando con dati interessanti la sua lettura magistrale - ci ha ricordato che la domanda è l’espressione “approssimata” del bisogno; la domanda è sempre rivolta a qualcuno; infine che non tutti i bisogni si possono tradurre in domande, perché il bisogno è infinito.
Il secondo ha confermato che la finalità del nostro impegno professionale non può essere legata solo al lavorare duro e al fare tutto bene o al meglio: la finalità principale è dare un senso al proprio lavoro (che – solo - rende possibile lavorare duro e bene).
Non potendo in questa sede riferire di ogni relazione (di cui saranno comunque visibili le diapositive sul sito dell’associazione) mi limito a segnalare qualche contenuto tratto principalmente dalla sessione cui ho partecipato.
Il professor Zangrandi nella sua lezione magistrale ha cercato di proporci una prospettiva che andasse oltre la situazione contingente, sottolineando come per il futuro risulti difficile continuare ad evitare di riconoscere un merito a chi tenta, in sanità,  di porre in atto processi di riorganizzazione positivi e reali. Processi che non solo migliorino i percorsi di cura ed assistenza ma sappiano dimostrare una qualità degli interventi medici ed infermieristici. Tutto questo con la coscienza che, comunque, la sanità di domani sarà anche frutto di come oggi utilizziamo le risorse.
Carlo Zocchetti, riportando fatti e dati (sempre chiari ed espliciti come sua abitudine) ci ha messo davanti ad una realtà odierna che, se da un lato non è sempre facilmente interpretabile e mostra grandi differenze di affronto tra le varie Regioni, ci richiama sempre più la necessità di prendersi la responsabilità di fare delle scelte, specialmente per quanto riguarda l’appropriatezza di quanto i Sistemi Sanitari offrono ai cittadini. Credo che questo sia un buon esempio di scelta che non dovrebbe essere lasciata, come troppo spesso accade, al politico di turno, ma che deve diventare una responsabilità dei professionisti che in realtà stentano a farsene carico.  Un esempio di capacità di porre in atto azioni virtuose, e condivise tra i professionisti, è stata documentato da Pierluigi Tosi, attuale Direttore Generale dell’Ospedale di Siena, che ha riportato la sua esperienza, davvero innovativa, di riorganizzazione dell’attività clinica ed assistenziale negli ospedali dell’ASL di Firenze.
Cosa resta dopo la conclusione di un Convegno così?
Senz’altro la responsabilità di approfondire alcuni dei temi trattati, ma soprattutto la necessità di fare in modo che le idee e le proposte non restino nel libro Atti, ma sappiano trasformasi in lavoro nei luoghi dove ciascuno di noi opera tutti i giorni. Altrimenti ci ritroveremo tra qualche tempo a ricordarci come era stato bello ritrovarci insieme, ma “che fatica il quotidiano……”.
A cura di E. Goggi

                                                                                                                                                         La Redazione

(versione in pdf per stampa)

La Rassegna Stampa di questa settimana è realizzata con il contributo di:

 



PROFESSIONE / POLITICA SANITARIA / SPESA

Sanità a rischio 1.5 miliardi nel 2014 - (Il Sole24Ore)
R. Turno - 12/10/2013

Sanità, pronto un taglio da 3,5 miliardi - (La Repubblica)
M. Bocci - 13/10/2013

Un (giusto) taglio agli antibiotici - (Corriere della Sera)
R. Satolli - 13/10/2013

L'oncologia ormai è donna (con poco potere) - (Corriere della Sera)
- 13/10/2013

Tagli alla Sanità. Regioni in rivolta - (La Repubblica)
R. Amato - 14/10/2013

Giovani medici come schiavi. Turno di notte a un euro l'ora - (Il Giornale)
M. Sorbi - 14/10/2013

Sanità e Regioni, arriva la stangata - (La Repubblica)
- 15/10/2013

Ma non dimenticatevi quanto costa una siringa - (Il Giornale)
F. Ravoni - 15/10/2013

Sanità, allo studio ulteriori dettagli per 2,65 miliardi - (Il Sole24Ore)
R. Turno - 15/10/2013

Tagli alla sanità e nuove tasse - (Corriere della Sera)
- 15/10/2013

Torna l'ipotesi di nuovi ticket su esami e specialistica - (Corriere della Sera)
M. De Bac - 15/10/2013

Tagli alla sanità, partiti in allarme - (Corriere della Sera)
R. Bagnoli - 15/10/2013

Brividi da manovra 2014 - (Il Sole24Ore, Sanità)
- 15/10/2013

Meno tutele pubbliche, più privato: già tutto deciso? - (Il Sole24Ore)
N. Cartabellotta - 15/10/2013

Così si sconfigge il precariato - (Il Sole24Ore, Sanità)
- 16/10/2013

Regioni e Patto per la salute - (Corriere della Sera)
V. Errani - 16/10/2013

Non è tempo di promesse, ora salviamo il soldato SSN - (Il Sole24Ore)
R. Turno - 16/10/2013

Sanità, i tagli toccano alle Regioni - (La Stampa)
P. Russo - 17/10/2013

Sanità, ecco come si piò risparmiare senza tagliare - (Corriere della Sera)
S. Ravizza - 17/10/2013

Cifre e ipotesi per guarire l'ipertrofia della Sanità - (Il Foglio)
A. Brambilla - 17/10/2013
STAMINALI / STAMINA

Mantovani: "Il metodo Stamina? Spero che ora i giudici cambino idea" - (Corriere della Sera, Ed. Brescia)
- 12/10/2013

Stamina, Cattaneo attacca: "Ora un'inchiesta" - (L'Eco di Bergamo)
- 14/10/2013

"Stamina, basta ingerenze dei giudici" - (Corriere della Sera, Ed. Brescia)
- 15/10/2013

Cura Stamina. I pazienti non sono migliorati - (Il Giornale)
- 15/10/2013

Quel gioco sulla pelle dei malati - (La Repubblica)
E. Cattaneo - 15/10/2013

Stamina, pietra sopra il test - (Il Sole24Ore, Sanità)
M. Perrone - 15/10/2013

"Noi scienziati, continuatori della creazione" - (Avvenire)
A. Turchetti - 17/10/2013

Una speranza per i malati, anche senza Stamina - (Avvenire)
F. Lozito - 17/10/2013
ABORTO / PMA / EUGENETICA
BIOETICA / BIOPOLITICA
STATI VEGETATIVI / EUTANASIA / CURE PALLIATIVE

Ricerche e scoperte, stati vegetativi fuori dal buio - (Avvenire)
V. Daloiso - 17/10/2013

L'eutanasia contro il muro del Canada - (Avvenire)
S. Verrazzo - 17/10/2013
RICERCA / VARIE

E ora il DNA conserva la memoria digitale - (L'Unità)
P. Greco - 12/10/2013

Feto trovato in Bicocca, "assolto" Vescovi - (La Repubblica - Ed. Milano)
L. De Vito - 12/10/2013

L'italiano che "invento" la Tac - (Corriere della Sera)
E. Segantini - 13/10/2013

La ricerca ora scandaglia i geni di chi risponde meglio ai trattamenti - (Corriere della Sera)
V. Martinella - 13/10/2013

Elettrosmog e danni alla salute. La scienza vigila ma non condanna - (Corriere della Sera)
A. Bazzi - 17/10/2013