RASSEGNA STAMPA
SI PUO' COSTRUIRE IN OSPEDALE?


Può il professionista della salute (il medico, l’infermiere, e chi a qualunque titolo lavora in un ambiente ospedaliero) lavorare “bene”,  costruire qualcosa di bello, utile e duraturo in ambito ospedaliero? In un recente articolo di Lancet sul “burnout” dal significativo titolo “The suffering of physicians” viene descritta così la situazione lavorativa dei medici contemporanei: “… nuove tecnologie hanno alterato la relazione tra medico e paziente; medici specialisti sanno sempre di più su sempre meno; i medici trattano le malattie e non i pazienti; l’università insegna la scienza ma ignora l’arte della medicina; la tecnologia medica ha surclassato il rapporto personale; e gli ospedali sono diventati dedali freddi e impersonali” (1). E mentre non si può non condividere la conclusione dell’articolo (“… stiamo cominciando ora a comprendere che l’umanizzazione della medicina dipende in non piccola parte dal recupero dell’umanità dei medici”), si capisce che anche questo non basta: anche una professionalità sostenuta e orientata dall’interesse al paziente, al suo bisogno e al suo desiderio di vivere bene, non è sufficiente a costruire un’organizzazione di cura adeguata.Jose Perez, Un giorno in ospedale

Perché? Non c’è dubbio che il sistema ospedaliero è complesso, che l’integrazione di diverse competenze è difficile, e che i vincoli di budget sono un limite importante al nostro lavoro. Infatti l’obiezione più comune tra colleghi è: io vorrei lavorare bene, ma la struttura me lo impedisce.

Da cosa ripartire? Due aspetti fondamentali. Il primo è che è necessario ripartire dalla persona: il desiderio di conoscere, di essere utile, di realizzare una condivisione reale, sono le risorse alla base di una costruzione. Ma la persona non può essere da sola: occorre essere insieme, e sostenersi nella realtà professionale. Riconoscere quello che c'è, quindi l'esperienza dei professionisti che già lavorano in questo modo, è la prima condizione per costruire. In secondo luogo, occorre creare i presupposti perché il professionista possa esprimere al meglio il connubio virtuoso tra la sua umanità e la sua professionalità: occorre un metodo. Non è sufficiente essere un professionista preparato e capace, occorre costruire un sistema che tenga conto di tutte le complessità legate all’organizzazione dell’assistenza ospedaliera.  Partire dagli obiettivi, condividere lo scopo, comunicare con i colleghi, valorizzare le professionalità, raccogliere dati, sono solo alcuni aspetti metodologici necessari ad una organizzazione che torni al suo scopo originario: curare i pazienti. Mettersi in questa prospettiva di lavoro nella realtà ospedaliera odierna ci può consentire di costruire standard, realtà di lavoro e di cura che rendano esplicite ed evidenti l’esperienza e lo scopo di chi le fa. Non sarà un lavoro breve, ma ne abbiamo estremo bisogno, noi e i pazienti.
Buon Natale.

Editoriale a cura di M. Bregni

                                                                       La Redazione

Bibliografia
1. Cole RT, Carlin N. The art of medicine: The suffering of physicians. The Lancet 374:Oct 24, 2009

(Versione in pdf per stampa)


PMA/LEGGE 40/RU486/ABORTO/LEGGE 194

Risarcimento milionario per lo scambio di provette - (Libero)
A. Sanfrancesco - 12/12/2009

"Errore di seme". Aborto con la pillola del giorno dopo - (Avvenire)
F. Dal Mas - 12/12/2009

"Ora riconsiderarne l'utilizzo" - (Avvenire)
E. Vinai - 12/12/2009

Paradossi in pillola. Restano i cattolici a difendere la "194" - (Libero ed. Milano)
L. Santambrogio - 12/12/2009

Uccisero per errore il feto "sano". Assolti i medici - (Libero)
M. Serrazanetti - 15/12/2009

Veneto, 390mila euro per madri in difficoltà - (Avvenire)
L. Fazzini - 15/12/2009

Strasburgo discuterà la Petizione per la vita - (Avvenire)
G. Santamaria - 16/12/2009

"Fuori onda" sulla Ru486: quel che si pensa ma non si dice - (Avvenire)
A. Morresi - 17/12/2009

Cytotec, i conti non tornano - (Avvenire)
- 17/12/2009

Ru486, ecco perchè contraddice la legge 194 - (Liberal)
L. Galantini - 18/12/2009

Ru486 in corsia da febbraio - (Il Sole24Ore Sanità)
- 21/12/2009
LA VISITA DEL PAPA ALL'HOSPICE/CURE PALLIATIVE

Il Papa oggi visita i malati terminali - (Avvenire)
- 13/12/2009

Il Papa: "La società emargina i malati" - (La Stampa)
- 14/12/2009

"I malati terminali, persone da rispettare e sostenere" - (Avvenire)
M. Muolo - 15/12/2009

"Sono qui per testimoniare vicinanza e affetto" - (Avvenire)
Benedetto XVI - 15/12/2009

Il Papa e la cura dei malati in una vera democrazia - (Il Riformista)
B. Ippolito - 16/12/2009

In hospice la vita non si misura dalla "qualità" - (Avvenire)
M. Maltoni - 17/12/2009
EUTANASIA/TESTAMENTO BIOLOGICO

Legge sul fine vita: "No alle trattative al ribasso" - (Avvenire)
G. Santamaria - 15/12/2009

"Liberi per vivere", c'è un popolo che si muove - (Avvenire)
D. Delle Foglie - 17/12/2009

Rete laica: obiettivo eutanasia - (Avvenire)
L. Schoepflin - 17/12/2009

Io, mia figlia e la presunta carità cristiana. Int. a B. Englaro - (Il Fatto Quotidiano)
E. Reguitti - 17/12/2009

Se i malati sono costretti allo sciopero - (L'Unità)
L. Turco e M.A. Coscioni - 17/12/2009

Vita, un progetto per rilanciare tre grandi "sì" - (Avvenire)
P.L. Fornari - 18/12/2009
STAMINALI

Staminali per la sclerosi multipla - (Avvenire)
- 16/12/2009

L'assurda censura anti-staminali - (TST)
E. Cattaneo, E. Cerbai e S. Garagna - 16/12/2009
INFLUENZA A/VACCINO

Virus A, si vaccinano in pochi. Utilizzata solo una dose ogni 70 - (Corriere della Sera)
A. Bazzi - 12/12/2009

E se il virus fosse solo un raffreddore? - (La Repubblica)
- 14/12/2009

Vaccini flop, sprecate 920mila dosi - (Il Mattino)
M. Pirro - 16/12/2009

Fazio bacchetta i medici per i mancati vaccini - (Il Sole24Ore )
M. Perrone - 17/12/2009
POLITICA SANITARIA/ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA

La Salute tocca al ministro Fazio - (Il Sole24Ore )
R. Turno - 12/12/2009

La norma salva Asl sul tavolo di Fini - (Italia Oggi)
R. Miliacca - 12/12/2009

Prof negli ospedali. Bilancio in passivo - (Corriere della Sera ed. Milano)
G. Remuzzi - 12/12/2009

Lavoro al sabato, medici di base in rivolta - (Corriere della Sera ed. Milano)
- 12/12/2009

Più soldi alla sanità - (Il Gazzettino)
- 12/12/2009

Ora vi spiego perchè la sanità lombarda funziona meglio di tutte - (Il Giornale ed. Milano)
R. Formigoni - 12/12/2009

Il soccorso rosso toscano. Tutti contro Sacconi - (Il Secolo XIX)
A. Bocconetti - 12/12/2009

Sanità già in cammino sulla via federalista - (La Padania)
S. Sandri - 12/12/2009

Il certificato di malattia all'Inps solo via internet - (Il Sole24Ore )
A. Galimberti - 13/12/2009

Test del Dna in ambulatorio - (MF)
C. Cimato - 14/12/2009

Regioni, i conti della mobilità - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/12/2009

E' il patto per la salute il vero banco di prova per le regioni - (Il Sole24Ore )
R. Turno - 15/12/2009

Sanità, più che i soldi contano gli abitanti - (Corriere della Sera)
A. Bazzi - 15/12/2009

Un milione di "abusivi" con il camice bianco - (Corriere della Sera)
I. Trovato - 15/12/2009

Calano i viaggi della salute. Lombardia, 9 per cento in meno - (Corriere della Sera ed. Milano)
S. Ravizza - 15/12/2009

Proroga negli studi per l'intramoenia - (Il Sole24Ore )
- 16/12/2009

La Mangiagalli "sparisce" dal Policlinico - (Corriere della Sera ed. Milano)
G. Cesana - 16/12/2009
BIOETICA/BIOPOLITICA

E il cardinale citò Hemingway - (Avvenire)
A. Galli - 12/12/2009

Pechino dice addio al figlio unico - (La Repubblica)
G. Visetti - 15/12/2009

"La politica non tocchi le leggi naturali" - (Il Messaggero)
- 16/12/2009

Il partito dell'embrione e i rischi per i diritti soggettivi - (Il Messaggero)
L. D'Avack - 17/12/2009

In dialogo verso una bioetica globale - (Avvenire E' Vita)
C. De Monet - 17/12/2009