RASSEGNA STAMPA
I DATI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE – ANNO 2008


Il sole 24 ore del 16 marzo commenta brevemente la pubblicazione annuale del Ministero della Salute, nella quale vengono illustrate e commentate, dal punto di vista quantitativo, le principali tipologie di attività censite tramite i flussi informativi che sono periodicamente compilati e trasmessi dalle regioni e dalle aziende sanitarie.

Il titolo dell'articolo “Addio a 10 ospedali e 4.000 posti letto” induce a pensare che siano stati chiusi 10 ospedali che erano, fino al giorno prima, operanti nel loro territorio di riferimento sospendendo così delle attività.

E' chiaro che non può essere così. Quasi il 30% degli ospedali italiani (circa 200) ha meno di 120 posti letto e molti di questi hanno attive non più di 2/3 unità operative.

Stiamo semplicemente iniziando a chiamare in modo corretto i luoghi della sanità. Stiamo smettendo di chiamare ospedali i luoghi dove vengono erogati dei servizi di natura sanitaria che non comportano l'effettuazione di prestazioni di alta e media complessità clinica ed assistenziale per le quali sono necessari infrastrutture, servizi e tecnologie ad alto costo.

Sarà sempre più così: le strutture degne del nome di “ospedale”si ridurranno ancora e nelle altre, che assumeranno sempre più la caratteristica di strutture territoriali complesse, verranno erogati servizi di grande utilità per la popolazione comprendendo anche attività di chirurgia a medio bassa complessità, attività ambulatoriali complesse ed attività sub acute per pazienti in uscita dai reparti per acuti o in ingresso direttamente dal territorio.

Questi potranno diventare i centri della presa in carico complessiva dei pazienti cronici dove si potranno integrare tra loro gli attori del sistema: specialisti, medici di medicina generale.

Questo cambiamento organizzativo non può essere rimandato in nessuna regione, neanche in quelle con i conti a posto, anche perché, come più volte abbiamo detto, la prevista riduzione numerica significativa di medici, che si avrà nel medio termine, non potrà più permettere una parcellizzazione nel territorio di attività complesse quali quelle richieste da un vero ospedale.

Ragionare in modo utile e non astratto sulla intensità di cure (se ne è discusso anche durante l'ultima Guastalla) vuol dire soprattutto iniziare a chiedersi chi deve essere trattato nell'ospedale “vero” e chi invece, più utilmente, può essere curato in strutture diverse, meno costose ed egualmente efficaci.

Che lo vogliamo o no è in atto un grande cambiamento; sta a noi come professionisti decidere se subire gli eventi od affrontarli da protagonisti.

Editoriale a cura di L. Merlino                                                                                                                                 

                                                                                                                                    La Redazione

(versione per stampa)

TESTAMENTO BIOLOGICO/IL DIBATTITO SULLA LEGGE/EUTANASIA

Fine vita, cresce il consenso alla legge - (Avvenire)
G. Isola - 12/03/2011

Legge necessaria, mai più un caso Englaro - (La Discussione)
- 12/03/2011

Tra il diritto di morire e il dovere di vivere - (Il Messaggero)
V. Possenti - 13/03/2011

All'estero meno vincoli per il biotestamento - (Sole24Ore)
M. Bartoloni - 14/03/2011

Protagonisti al test delle ultime cure - (Sole24Ore)
- 14/03/2011

I cattolici tedeschi e il biotestamento - (La Repubblica)
A. Prosperi - 15/03/2011

Testo ben ispirato e ormai necessario - (Avvenire)
M. Impagliazzo - 15/03/2011

"Una buona, necessaria mediazione" - (Avvenire)
- 15/03/2011

Cattolici compatti sul fine vita anche se fa comodo ignorarlo - (Il Giornale)
A. Morresi - 16/03/2011

"Quella legge subito, altrimenti l'eutanasia", Int. G. Dolce - (Avvenire)
P. Ciociola - 16/03/2011

Contro l'inganno del fine vita - (Il Foglio)
L. Quidam - 16/03/2011

I pregiudizi sul testamento biologico - (Sole24Ore)
F. D'Agostino - 17/03/2011

Solo Dat non vincolanti rafforzano l'alleanza di cura - (Avvenire)
L. Romano - 17/03/2011

La politica all'esame decisivo - (Avvenire E' Vita)
M. Aramini - 17/03/2011

Contrordine: i medici inglesi non vogliono l'eutanasia - (Avvenire E' Vita)
L. Schoepflin - 17/03/2011

La nuova bio-bufala delle "Dat tedesche" - (Avvenire E' Vita)
A. Galli - 17/03/2011

Convenzione di Oviedo, un testo per la vita - (Avvenire E' Vita)
T. Scandroglio - 17/03/2011

Senza una legge far west dietro l'angolo - (Avvenire E' Vita)
A. Gambino - 17/03/2011

La legge garantisce il diritto a vivere non a morire - (Famiglia Cristiana)
A. Sciortino - 20/03/2011

Biotestamento, io lo scrivo così - (Sole24Ore Sanità)
- 21/03/2011

Fine vita, c'è un ddl da salvare - (Tempi)
B. Frigerio - 23/03/2011

Una legge rischiosa, ma una legge è necessaria - (Tempi)
A. Morresi - 23/03/2011
STAMINALI

Bagnasco in cattedra. Chi manipola la vita umilia la natura umana - (La Discussione)
C. Falconi - 12/03/2011

Come si rigenera lo spirito scientifico - (Sole24Ore, Domenica)
E. Cattaneo, G. Corbellini - 13/03/2011

L'arma finale - (Tst)
E. Cattaneo - 16/03/2011

Staminali, adesso chiedete tutto - (Tst)
L. Bonfanti - 16/03/2011
PMA/EUGENETICA/ABORTO/RU486

Un anno di Ru486. Che non sfonda - (Avvenire)
F. Assandri - 16/03/2011

Nata in Spagna la bambina che batterà il tumore al seno - (La Stampa)
V. Arcovio - 18/03/2011

Il bebè senza cancro - (QN)
R. Carbutti - 18/03/2011

Manipolare i geni uccide la civiltà - (Il Giornale)
M. Allam - 18/03/2011

Viva l'eugenetica se salva una vita - (Il Giornale)
S. Zecchi - 18/03/2011
BIOETICA/BIOPOLITICA

Il pressing cattolico divide i partiti - (Sole24Ore)
M. Bartoloni - 13/03/2011

La bioetica arcigna - (Il Foglio)
L. Manconi - 15/03/2011

Nel magistero l'abbraccio alla sofferenza - (Avvenire E' Vita)
G. Samek Lodovici - 17/03/2011

Fine vita, i cattolici rileggano Pio XII - (Il Riformista)
- 17/03/2011

Il gioco delle parti tra scienza e società - (Sole24Ore, Nova)
M. Bucchi - 17/03/2011
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA

Esami possibili anche in farmacia - (Sole24Ore)
S. Todaro - 12/03/2011

Liste d'attesa troppo lunghe per le visite e per gli esami - (Corriere della Sera)
M. G. Faiella - 13/03/2011

Far funzionare le "macchine" - (Corriere della Sera)
G. Schiavi - 13/03/2011

Tegola da un miliardo sui bilanci sanitari - (Sole24Ore)
R. Turno - 13/03/2011

I fisioterapisti abusivi sono il doppio di quelli veri - (Corriere della Sera)
- 13/03/2011

Ausili per disabili: elenco fermo alla preistoria tecnologica del 1999 - (Corriere della Sera)
F. Bomprezzi - 13/03/2011

Sanità&mafia: allerta colletti bianchi - (La Padania)
S. Piazzo - 13/03/2011

Protesta degli infermieri: "Senza di noi niente futuro" - (Avvenire)
S. Martinelli - 15/03/2011

Cambiano le responsabilità dei medici - (Il Giornale, Lazio)
N. Bucciarelli - 15/03/2011

No all'ordine autonomo per gli odontoiatri - (Italia Oggi)
- 16/03/2011

"Il Governo non è contro il Sud", Int. F. Fazio - (Sole24Ore)
R. Turno - 16/03/2011

Addio a dieci ospedali e 4mila posti letto - (Sole24Ore)
P. Del Bufalo - 16/03/2011

Medici in via d'estinzione: in due milioni senza dottore - (Sole24Ore, Lombardia)
S. Sperandio - 16/03/2011

"Mancano specialisti, aumentare le iscrizioni a Medicina" - (Il Mattino)
G. Matarazzo - 17/03/2011

Sanità in pari con 300 euro a testa - (Sole24Ore)
S. Fossati - 17/03/2011