RASSEGNA STAMPA
IL MYSTERIUM INIQUITATIS NON HA TREGUA


La morte di 94 embrioni al San Filippo Neri di Roma ripropone in tutta la sua drammaticità  il destino degli embrioni congelati.
Nell’episodio di Roma si scoprono una sirena di allarme dell’impianto, “altamente tecnologico” situata due piani sotto il reparto, un ospedale - il San Filippo Neri - senza sistema di qualità e ancora in attesa dal 2004 di accreditamento regionale per la PMA; le responsabilità si rimbalzano da un soggetto all’altro e via di questo passo. A prescindere da cosa sia successo, quale sia stato il guasto, a prescindere cioè dalla sola analisi dei fatti e dalla solita banale cronaca, la domanda vera, ineludibile anche se sottaciuta, è se sia giusto che uomini siano trattenuti a vivere in una provetta a rischio della propria vita,  in attesa di essere “usati” allo scopo, cioè di essere trasferiti in un utero di donna, quando va bene. 
Nel nostro mondo l’informazione ha una importanza capitale. Eppure pochi sono i dati sugli  embrioni congelati: non è dato sapere quanti sono, non è dato sapere se e quali incidenti si siano verificati a loro carico. Il numero e la tipologia di incidenti riguardanti il congelamento degli embrioni, è più alto di quanto si possa immaginare. I Centri dovrebbero essere incoraggiati a registrare e segnalare questi eventi anche se ritenuti insignificanti. 
Infine la reale conoscenza dell’incidenza degli eventi avversi è mediocre (www.ncbi.nlm.nih.gov  Hum Fertil (Camb)  2008 Mar;11(1):33-42.).
In Italia il numero degli embrioni crioconservati è impreciso e non aggiornato. Già prima della approvazione della legge 40 fonti non ufficiali riferivano l’esistenza di alcune decine di migliaia di embrioni, di cui circa 3.000 abbandonati. L’ultimo dato ufficiale è nella Relazione finale della Commissione ministeriale di studio sugli embrioni crioconservati del gennaio 2010 che conferma 30.000 embrioni (cifra che però è la stessa dell’epoca pre - legge 40).
Altrettanto importante nel nostro mondo è la valutazione economica di un danno arrecato.
I risarcimenti saranno valutati caso per caso, perché nel nostro ordinamento giuridico l’embrione non è persona” (così D’Avack, nell’articolo su Il Messaggero del 02/04/2012 “Risarcimenti valutati caso per caso il massimo a chi non può procreare”). Il Codacons ha già dato una risposta a questa visione riduttiva: “Il reato esiste, si tratta di omicidio colposo”, l’omicidio presuppone la morte  di un uomo. Gli embrioni sono ora considerati uomini solo perché così maggiore è il premio di risarcimento?  
Episodi come questi ci ripropongono domande che spesso dimentichiamo perché vogliamo dimenticare. Questa tragedia può far riflettere tutti: genitori, operatori, partiti e politici. Che cosa realmente c’è in gioco? di che cosa si tratta? che cosa abbiamo fatto e stiamo facendo a questi bambini? Perché di bambini si tratta, non di semplice materiale biologico. Il danno è dunque incalcolabile e il risarcimento incolmabile.  
La vera tragedia è che al danno procurato non si vuol porre fine. Dopo la sentenza della Cassazione 151/2009 del maggio 2009 che ha cancellato il divieto di produzione di più di 3 embrioni per ciclo e di conseguenza rimosso anche il divieto di  crioconservazione, gli embrioni crioconservati nel 2009 sono decuplicati rispetto al 2008 (763 nel 2008, 7.337 nel 2009, come da relazione Ministeriale del  giugno scorso, relativa all’anno 2009). 
Dunque senza fine e senza possibilità di  riscatto umano è questa ingiustizia.
Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno”. (Lc 23,34).
Le parole di Cristo in croce hanno oggi una attualità impressionante e restano l’unica possibilità di speranza, se decidiamo di accoglierla: cominciamo dicendo basta all’ingiustizia del  congelamento degli embrioni.

Editoriale a cura di C. Isimbaldi

                                                                                             La Redazione

(Versione in pdf per stampa)


LA MORTE DEGLI EMBRIONI

Impianto rotto strage di embrioni - (La Stampa)
- 01/04/2012

Gli embrioni e l'illusione dell'infallibilità - (Il Giornale)
- 03/04/2012

Aperta una indagine - (Libero)
- 03/04/2012

Embrioni distrutti quante ipocrisie - (Avvenire)
E. Roccella - 03/04/2012 In evidenza

Caso simile a Milano - (Il Tempo)
- 03/04/2012

Risarcimenti valutati caso per caso - (Il Messaggero)
- 04/04/2012

Ora con quelle vite tutti noi dovremo fare i conti - (Avvenire)
A. Morresi - 04/04/2012 In evidenza

Vite congelate il conto non torna - (Avvenire)
E. Viani - 04/04/2012 In evidenza

Embrioni sicurezza inadeguata - (Corriere della Sera - Ed. Roma)
- 04/04/2012 In evidenza

94 embrioni in "campi di sterminio" - (www.tempi.it)
- 04/04/2012

Nell'azoto liquido destino ad alto rischio - (Avvenire)
- 05/04/2012

Un milione a vittima - (Avvenire)
- 05/04/2012

Poche cellule che scandalizzano - (Avvenire)
- 05/04/2012

Le vite più fragili chiedono giustizia - (Avvenire)
- 05/04/2012

MPV: vietare il congelamento - (Avvenire)
- 05/04/2012

Lettera del Dr Aletti - (Tempi)
- 11/04/2012
LEGGE40/ABORTO/STAMINALI
BIOETICA/BIOPOLITICA

Welfare cattolico sotto pressione - (Sole24Ore)
- 04/04/2012
PROFESSIONE

Labianca: sulle cure sostenibili ora si apre un dilemma etico - (Corriere della Sera - Ed. Milano)
- 05/04/2012

L'infermiere del futuro sempre più in prima linea - (Corriere della Sera - Ed. Milano)
- 05/04/2012
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA

Niguarda resta senza assicurazione - (Corriere della Sera )
- 31/03/2012

Dal dottore come al PS - (Il Gazzettino)
- 31/03/2012 In evidenza

Sanità i dubbi dietro la riforma - (La Stampa)
- 01/04/2012

Il progetto di un polo di eccellenza - (Sole24Ore)
- 01/04/2012

Si alla riforma, la Sanità cambia faccia - (La Stampa)
- 04/04/2012

Esenzione IVA ampia per l'attività sanitaria - (Italia Oggi)
- 04/04/2012

Medici c'è il bando - (Italia Oggi)
- 04/04/2012

E' scontro sulla Governance sanitaria - (Sole24Ore)
- 05/04/2012 In evidenza

Piano risparmi anche sui farmaci salva vita - (Corriere della Sera - Ed. Milano)
- 05/04/2012
FARMACI

La grande paura dei farmaci online - (Affari&Finanza)
- 02/04/2012