RASSEGNA STAMPA
QUELLO CHE È ETICO È ANCHE SCIENTIFICO


Sui giornali abbiamo letto tutti la notizia del riconoscimento del premio Nobel ai due ricercatori sulle staminali Gurdon e Yamanaka. I titoli di alcune testate, citano la clonazione - uno dei primi esperimenti di Gurdon -, dandole risalto poi nell’articolo, con toni polemici  (Il Nobel a clonazione e staminali, La Repubblica). C’è spesso un modo di leggere la realtà che non si mette in ascolto di quello che sta accadendo, di quello che la realtà vuol dire, per restare legati a uno schema, quello della contrapposizione a tutti i costi.
Nel 1962 Gurdon aveva ottenuto dei girini inserendo in ovociti denucleati di rana il nucleo di cellule intestinali provenienti da un’altra rana. Va detto che l’eccezionalità del lavoro di Gurdon - per cui oggi è premiato - non sta nella clonazione del 1962 (tecnica che poi nel Regno Unito ha dato origine in alla pecora Dolly, morta di precoce invecchiamento). Altri articoli (Le staminali e la scommessa della medicina rigenerativa, Il Sole 24 Ore; Il Nobel alle staminali, L’Unità) sottolineano che Yamanaka ha raggiunto questo traguardo grazie a studi di precedenti ricercatori che hanno isolato le prime linee cellulari umane, le staminali embrionali.  Eppure oggi Yamanaka è andato ben oltre, dimostrando che non è necessario clonare né usare embrioni per la ricerca; lavorando su cellule staminali somatiche - e quindi adulte - , di topo e di uomo, ha ottenuto cellule staminali pluripotenti indotte (iPS), riprogrammate con quattro geni.
La novità del lavoro dei due ricercatori sta dunque in questo: la ri-programmazione delle cellule staminali adulte da cui nuove e interessantissime frontiere per la terapia farmacologica e per la medicina rigenerativa.
Non per altro dunque i due ricercatori sono stati associati nel Nobel.

Colpisce e desta stupore un fatto: se lo scienziato che fa ricerca rispetta ciò che è, il dato, la dignità che l’uomo ha, allora la strada è indicata e proseguendo su questa strada con curiosità e fiducia i frutti arrivano. La realtà è maestra, come se dicesse: “Non su questa strada, vai di là, quella è la strada giusta”. 
In termini più scientifici: gli sviluppi del lavoro di Gurdon e di Yamanaka evidenziano che il procedimento di ricerca adeguato quando si studia l’uomo è quello che accetta i limiti imposti dalla sua dignità. Se il metodo è adeguato all’uomo, lo rispetta, i risultati arrivano, sono positivi. Quasi a dire che l’outcome di una ricerca è strettamente legato al metodo, al procedimento, è già - in nuce – dentro il metodo e così la scienza va perfettamente d’accordo con l’etica. Forse non a caso sino ad ora non ci Sono riscontri di terapie efficaci dalle staminali embrionali.

L’altro aspetto importante è l’applicazione che si fa dell’esito di una ricerca. Dopo l’assegnazione del premio, Yamanaka ha detto in una intervista: “Il mio obiettivo, l’obiettivo della mia vita, è portare la tecnologia delle cellule staminali in clinica, in corsia, al letto del paziente”.
Questa è l’ulteriore garanzia della eticità della ricerca.

L’uomo è dotato di ragione: se questa è aperta alla possibilità di studiare e conoscere senza distruggere altri uomini, la strada “efficace” è davvero tracciata. Almeno questo dicono i risultati di tanta ricerca fino ad oggi: la ricerca etica è dunque anche “scientifica”.

 A cura di C. Isimbaldi

                                                                                                                              La Redazione

(versione in pdf per stampa)


PREMIO NOBEL

Premio nobel ai registi delle staminali - (ADUC salute)
- 08/10/2012

Nobel ai due scienziati della clonazione e delle staminali adulte - (Corriere della Sera)
A. Bazzi - 09/10/2012

Il Nobel a clonazione e staminali - (La Repubblica)
E. Dusi - 09/10/2012

Le staminali e la scommessa della medicina rigenerativa - (Sole24Ore)
Massarenti - 09/10/2012

Cellule umane per riparare il corpo - (Il Messaggero)
G. Novelli - 09/10/2012

Ciascuno di noi avrà i suoi organi di ricambio - (La Stampa)
Int. a Vescovi - 09/10/2012

Il nobel ai due scienziati - (Il Giornale)
M. Alfano - 09/10/2012

Bel giorno per la scienza - (Avvenire)
A. Morresi - 09/10/2012 In evidenza

Col mio metodo presto embrioni risparmiati - (Avvenire)
S. Vecchia - 09/10/2012

Il Nobel alle staminali - (L'Unità)
C. Pulcinelli - 09/10/2012

I limiti etici non frenano ma fanno volare più in alto - (Avvenire)
R. Colombo - 10/10/2012 In evidenza

Staminali da Nobel. C'è una via italiana - (Avvenire)
E. Negrotti - 11/10/2012 In evidenza
TESTAMENTO BIOLOGICO/EUTANASIA

New York paralizzata chiede l'eutanasia - (Avvenire)
- 07/10/2012

Poter morire come mio suocero - (La Repubblica)
B. Keller - 10/10/2012

DAT ora Palazzo Madama accelera - (Avvenire)
E. Negrotti - 10/10/2012

Fine vita: una sentenza rende indispensabile la legge - (Avvenire)
I. Nava - 11/10/2012

Nessuno vuole il reality della morte - (Avvenire)
D. Delle Foglie - 11/10/2012
CURE PALLIATIVE

Terapia del dolore e fine vita. La UE prepara nuove regole - (La Repubblica)
M. Salmi - 09/10/2012

Ecco come aiutare chi sta soffrendo - (La Stampa)
A. Mariotti - 11/10/2012

Cure palliative per gli anziani - (Sole24Ore - Sanità)
R. Magnano - 15/10/2012
ABORTO/LEGGE 40/DIAGNOSI PRE IMPIANTO

Dolly addio, ora creiamo organi umani - (Left)
S. Maggiorelli - 06/10/2012

La vita disabile non è mai un danno - (Avvenire)
- 07/10/2012

Aborto fare rete per la vita - (Avvenire)
R. Balduzzi - 09/10/2012

In 30 anni aborti dimezzati. Raddoppia l'uso di Ru486 - (La Stampa)
R. Talarico - 10/10/2012 In evidenza

Diminuiscono gli aborti più obiettori - (Il Messaggero)
C. Massi - 10/10/2012

Selezionare i figli una pratica indebita - (Avvenire)
I. Nava - 10/10/2012 In evidenza

Meno aborti, sempre troppi - (Avvenire)
L. Liverani - 10/10/2012

Se con una sentenza l'aborto diventa un dovere - (Avvenire)
C. Casini - 10/10/2012

Embrioni e ricerca l'Europa non sa decidere - (AvvenireÈVita)
G.M. Del Re - 11/10/2012

Aborto nelle cifre una mentalità che detta le scelte - (Avvenire)
A. Morresi - 11/10/2012

Down risarcita: la vita non ha prezzo - (AvvenireÈVita)
- 11/10/2012

I dati sul ricorso all'aborto in Italia nel 2011 - (L'Osservatore Romano)
- 11/10/2012 In evidenza

Abortire per precarietà e paura di perdere il lavoro - (Pubblico)
L. Bastianetto - 11/10/2012
OMOSESSUALITÀ
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA

I bambini clandestini hanno diritto al pediatra - (Corriere della Sera)
M. De Bac - 07/10/2012

Il conto delle terapie bocciato dai bioeticisti - (Corriere della Sera)
R. Renzi - 07/10/2012

Sui medici di base in associazione l'incognita IRAP - (Sole24Ore)
R. Rizzardi - 09/10/2012

Sanità e pubblico impiego ecco i tagli - (Corriere della Sera)
M. Sensini - 09/10/2012

La manovra: scure su sanità, statali ed enti locali - (La Repubblica)
R. Petrini - 09/10/2012

Sanità la Lega sfida Formigoni: niente ticket sotto i 20mila euro - (La Repubblica)
A. Montanari - 09/10/2012

Sulla sanità colpite le imprese - (Sole24Ore)
- 10/10/2012

I punti principali del provvedimento - (La Stampa)
- 10/10/2012

Bresciani ricorso alla Consulta contro la spending review di Monti - (Corriere della Sera - Ed. Milano)
S. Ravizza - 10/10/2012

I tagli non bastano si spenda meglio - (Il Secolo XIX)
A. Sotgiu - 11/10/2012

Nel 2013 stretta da 600 milioni - (Sole24Ore)
- 11/10/2012

Mille farmacisti online per togliere ogni dubbio sull'uso delle medicine - (Il Giornale - Ed. Milano)
E. Gaiardoni - 11/10/2012

Sul prontuario ritocchi in arrivo - (Sole24Ore)
P. Del Bufalo - 11/10/2012
PROFESSIONE

Se la medicina è eccessiva - (Corriere della Sera)
R. Satolli - 07/10/2012 In evidenza
BIOPOLITICA/BIOETICA

La grazia di vivere la Grazia - (Tempi)
B. Frigerio - 10/10/2012

Romney: non limiterò l'aborto - (Avvenire)
- 11/10/2012

La colpa di essere bimbe. L'ONU lancia la campagna - (Avvenire)
E. Gridà Cucco - 11/10/2012

Perchè la statua di una donna incinta mette in crisi un intero Paese? - (il sussidiario.net)
C. Bellieni - 11/10/2012

In India tre milioni di piccole mai nate - (Avvenire)
- 11/10/2012

La vera questione morale - (Tempi)
- 17/10/2012