RASSEGNA STAMPA
LA FNOMCEO RAPPRESENTA I MEDICI O FA POLITICA?


Il documento della FNOMCEO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento, approvato a Terni il 13 giugno c.a., non ci rappresenta, come non rappresenta numerosi altri medici italiani. Per due motivi: uno di contenuto e uno di metodo. E’ molto difficile entrare in un tema come quello delle DAT: per noi è quasi illogico che debbano esistere. Abbiamo già avuto modo di dirlo più volte. Tuttavia se ne può parlare senza ambiguità solo se si mantengono saldi i punti fermi della nostra professione, cioè il motivo per cui essa è nata. Una Federazione che dimentica questo non ci rappresenta più.
Il disegno di legge Calabrò, anche se perfettibile, ci pare invece conservarne traccia: è evidente in esso una costante preoccupazione – assente nel documento della FNOMCEO – circa il paziente e la sua salute, la sua vita, nel rispetto della alleanza terapeutica che consente al paziente di esprimere come vorrebbe essere trattato - non come vorrebbe essere fatto morire - e al medico di essere se stesso esprimendo a pieno la sua professionalità valutando se adeguarsi o meno alle richieste del paziente. Sempre nel rispetto della vita, MAI permettendo al medico o al suo paziente di decidere della vita o di ottenere indirettamente o volontariamente la morte.
Non così il documento della FNOMCEO.  Dopo essersi maldestramente inoltrato in concetti quali l’autodeterminazione del paziente, l’autonomia della professione medica e in termini quali libertà, responsabilità, il documento si districa a malapena in una serie di conclusioni che negano quanto promette nelle prime battute, cioè letteralmente distrugge, fa a pezzi il Codice Deontologico, lo azzera. E’ evidentemente una posizione tutta politica quella che può far negare l’eutanasia nelle prime pagine per poi ammetterla quando si fa riferimento alla possibilità di sospensione di idratazione e alimentazione – perché ritenute terapie, senza fare i dovuti distinguo sulla tipologia dei pazienti -, oppure quando si fa riferimento alla possibilità di obiezione. Obiezione di che? Su che cosa si dovrebbe obiettare se tra le premesse si dice che non è accettabile l’eutanasia? E’ evidente il doppio gioco. Noi non ci stiamo.
Il documento, si dice, è stato discusso e preparato da una pluralità di soggetti rappresentativi delle società medico-scientifiche e delle associazioni di tutela dei pazienti: nulla di più falso il tutto è stato selezionato e blindato ad arte, evitando un confronto vero secondo un criterio etico-deontologico che è anche scientifico;
Il fatto che cinque Ordini Provinciali (Milano, Bologna, Pavia, Lodi e Potenza) ed altri sette si siano astenuti (fra cui Roma) è segnale chiaro del fragilissimo livello di consenso ordinistico sul documento (solo gli Ordini di Milano e Roma rappresentano circa il 20% degli Medici iscritti alla FNOMCeO).  Forse sarebbe stato più prudente, in mancanza di un consenso di tutte le componenti, favorire un ulteriore spazio di confronto ed approfondimento, evitando “forzature” più adeguate ad un contesto politico, che a quello professionale.
Infine, perché utilizzare lo strumento del documento pubblico per entrare nel merito di un progetto di legge approvato in prima lettura al Senato, quasi a volerne condizionare il dibattito alla Camera?. Vi sono altre modalità più oneste e costruttive (es. audizioni) che la FNOMCeO avrebbe potuto utilizzare per affermare la funzione di autonomia della professione medica nell’alleanza terapeutica e la sua  funzione di garanzia nei confronti dell’autodeterminazione del paziente.
Occorrerebbe da parte della attuale dirigenza della FNOMCeO, una maggior indipendenza intellettuale e professionale dalle logiche di appartenenza politico-sindacale e dalla “nuova cultura di morte”, per non diventare “marionette senza dignità” utili solo alla mentalità dominante ed al potere di turno.
Editoriale a cura di C. Isimbaldi, R. Latocca 
                                                                                                        La Redazione

Testo del documento della FNOMCEO di Terni

Il nostro Comunicato Stampa

(Versione in pdf per stampa)


LA FNOMCEO E IL "SUO" DOCUMENTO SULLE DAT/EUTANASIA/TESTAMENTO BIOLOGICO

Calabrò: il mio ddl? Va avanti - (Avvenire)
E. Negrotti - 13/06/2009

I medici si schierano: da cambiare la legge sul testamento biologico - (Il Sole24Ore )
M Bartoloni e G. Gobbi - 13/06/2009

Difesa della vita, strappo dei medici - (Avvenire)
E. Negrotti - 14/06/2009

Quando lo sconcerto arriva dal fronte medico - (Avvenire)
F. D'Agostino - 16/06/2009 In evidenza

Nutrizione: testo pieno di ambiguità - (Avvenire)
E. Negrotti - 16/06/2009 In evidenza

I medici: "Niente Stato tra medici e pazienti" - (Il Mattino Ed. Padova)
- 16/06/2009

Fine vita: i medici cattolici contro la svolta degli Ordini - (Corriere della Sera)
M. De Bac - 17/06/2009

"Dai medici un documento equivoco". Int. a E. Roccella - (Avvenire)
P. Fornari - 17/06/2009

L'ombra della politica più che i dati della scienza - (Avvenire)
A. Morresi - 17/06/2009 In evidenza

"Non siamo semplici esecutori". Int. a V. Saraceni - (Avvenire)
P. Lambruschi - 17/06/2009

Lo strano documento che ha spaccato i medici - (Avvenire E' Vita)
E. Negrotti - 18/06/2009 In evidenza

Con il testo degli Ordini un'apertura all'eutanasia - (Avvenire)
M. Aramini - 18/06/2009

Cari dottori, così vi giocate la fiducia della gente - (Avvenire)
E. Delle Foglie - 18/06/2009

E la deontologia dov'è? - (Avvenire E' Vita)
- 18/06/2009 In evidenza

Meno garanzie per i fragili, scelta sbagliata dei medici - (Avvenire)
A. Gambino - 18/06/2009
CURE PALLIATIVE

Palliativi più facili, il plauso dei medici - (ASI - Agenzia Sanitaria Italiana)
- 04/06/2009

Prescrizione degli oppioidi anche con ricetta semplice - (Il Sole24Ore )
M. Bartoloni - 17/06/2009
FECONDAZIONE ASSISTITA/LEGGE 40/ABORTO/STAMINALI

Venire al mondo "bilanciati" con gli interessi altrui - (Leadership Medica)
A. Pessina - 01/06/2009

Procreazione medicalmente assistita, due nuove commissioni - (ASI - Agenzia Sanitaria Italiana)
- 04/06/2009

Niente sconti sulle spese per conservare le staminali - (Il Sole24Ore )
L. De Stefani e V. Melis - 13/06/2009

Niente fondi per le madri. "Cresce il rischio aborti" - (Avvenire)
L. Bellaspiga - 14/06/2009

Torino, la sfida dei metodi naturali - (Avvenire)
F. Assandri - 14/06/2009

Gli asiatici d'America e il sesso - (Il Sole24Ore )
- 16/06/2009

Spagna: "Riflettiamo sull'aborto" - (Avvenire)
M. Coricelli - 17/06/2009

Gravidanza - (Il Foglio)
R. Volpi - 18/06/2009

Via libera alla pillola abortiva - (Il Sole24Ore )
M. Bartoloni - 19/06/2009

Aborto in Spagna, no dei vescovi al governo - (Corriere della Sera)
E. Rosaspina - 19/06/2009

"L'aborto non è un diritto" - (Avvenire)
M. Coricelli - 19/06/2009
PSICHIATRIA

In nome del figlio - (Il Foglio)
N. Tiliacos - 17/06/2009 In evidenza
BIOETICA/BIOPOLITICA

Contro le ideologie ripartire dall'esperienza - (Reset)
E. Fattorini - 01/04/2009

I deliri di Huxley - (Il Foglio)
F. Agnoli - 13/06/2009

Genetica: il diritto alla privacy vince su R&S - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

La vita in gioco. il dibattito sulla bioetica in Francia - (L'Osservatore Romano)
- 18/06/2009

"Condizione umana, etica che urge" - (Avvenire)
E. Negrotti - 19/06/2009

Disabili e malati, dignità umana fuori discussione - (Avvenire)
E. Negrotti - 19/06/2009

Sulla bioetica niente metodo democratico - (Il Riformista)
- 19/06/2009
RIDUZIONISMO
PROFESSIONI/PREVIDENZA

Contratti: silenzio da Palazzo Chigi - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

Inpdap i conti non tornano - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

MMG la sfida comincia ora - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

Professioni: più posti ma 64 corsi si accorpano - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

Il badge non fa il dipendente - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA

Farmaci anticancro, è giusto risparmiare? - (Corriere della Sera)
A. Bazzi - 14/06/2009

Tariffe, pronti i nuovi costi dei DRG - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

Visite e ricoveri in altalena - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

L'inappropriatezza del Sud - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

Prestazioni da 25,3 miliardi - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

Per rinnovarsi il Ssn diventi come era stato ideato - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

Health optimum mette radici - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

La sanità paga a 292 giorni - (Il Sole24Ore )
P. Del Bufalo - 17/06/2009

La sanità che ci aspetta - (La Repubblica Salute)
M. Salmi - 18/06/2009

Balza a quota 4,4 miliardi il project finance nella sanità - (Il Sole24Ore )
V. Di Carlo - 19/06/2009
SPECIALIZZANDI

E' notte (o Domenica). In corsia non c'è più uno specialista - (Il Venerdì di Repubblica)
P. Casicci - 19/06/2009
LA SANITA' NEL MONDO

Medici (davvero) in prima linea - (Tracce )
- 01/06/2009

Parigi mette i farmaci online - (Il Sole24Ore Sanità)
- 15/06/2009

Obama alla conquista dei medici - (Il Sole24Ore )
M. Balsania - 16/06/2009
INFERMIERI

Pochi infermieri, ospedali al collasso - (Il Tempo)
G. Coletti - 13/06/2009
VARIE

Dottor Lombroso, ma di che razza sono? - (La Stampa Suppl. ttL)
P. Bianucci - 13/06/2009