RASSEGNA STAMPA
AMARE LA VITA DEBOLE


Questa settimana vogliamo dare rilievo a un articolo circa la risposta di Papa Benedetto XVI durante la Via Crucis del Venerdì Santo al Colosseo alla madre di un paziente in stato vegetativo persistente, ricoverato a Gorla Minore in una struttura per lungo-degenti.
Anche se la domanda e la risposta non hanno in oggetto una questione professionale medica in senso stretto, esse ripropongono in modo decisivo alcune questioni che per chi cura e assiste sono fondamentali: che dignità ha un paziente incosciente? Quale è il senso vero del prendersene cura?
La domanda della madre, che ad una prima lettura  può sembrare ingenua, diventa cruciale anche per un medico che tratti i pazienti incoscienti : esiste in quel paziente che non comunica un valore indefinibile e non misurabile che va oltre la sua drammatica condizione?
Allo stesso modo nella risposta viene affermato che la presenza dei famigliari di fianco al malato è un atto di impegno per la vita e di rispetto per la vita umana: questo è ancor più vero per i medici e per gli infermieri; la cura e l’assistenza di un malato che non ha ragionevoli probabilità  di guarigione o di miglioramento neurologico si può fondare solo sul riconoscimento di un valore non misurabile di cui il paziente è portatore, non su una inesistente possibilità terapeutica.

AMARE LA VITA DEBOLE (Avvenire, 28/04/2011)

La seconda domanda ci presenta un calvario, perché abbiamo una mamma sotto la croce di un figlio. È italiana, si chiama Maria Teresa questa mamma, e Le dice: «Santità, l’anima di questo mio figlio Francesco, in stato vegetativo dal giorno di Pasqua 2009, ha abbandonato il suo corpo, visto che lui non è più cosciente, o è ancora vicino a lui?».

Certamente l’anima è ancora presente nel corpo. La situazione, forse, è come quella di una chitarra le cui corde sono spezzate, così non si possono suonare. Così anche lo strumento del corpo è fragile, è vulnerabile, e l’anima non può suonare, per così dire, ma rimane presente. Io sono anche sicuro che quest’anima nascosta sente in profondità il vostro amore, anche se non capisce i dettagli, le parole, eccetera, ma la presenza di un amore la sente. E perciò questa vostra presenza, cari genitori, cara mamma, accanto a lui, ore ed ore ogni giorno, è un atto vero di amore di grande valore, perché questa presenza entra nella profondità di quest’anima nascosta e il vostro atto è, quindi, anche una testimonianza di fede in Dio, di fede nell’uomo, di fede, diciamo di impegno per la vita, di rispetto per la vita umana, anche nelle situazioni più tristi. Quindi vi incoraggio a continuare, a sapere che fate un grande servizio all’umanità con questo segno di fiducia, con questo segno di rispetto della vita, con questo amore per un corpo lacerato, un’anima sofferente. (Benedetto XVI, 22 aprile 2011)

Editoriale a cura di Federico Villa 

                                                                                                                              La Redazione

(versione in pdf per stampa)


ABORTO

Aborto, a Milano svolta di speranza - (Avvenire)
C. Arena - 23/04/2011

Un anno un soffio - (Avvenire)
L. Bellaspiga - 28/04/2011
BIOETICA

Tre domande - (Il Secolo XIX)
M. Mori - 23/04/2011
CELLULE STAMINALI/EMBRIONI/LEGGE40

Si può ritrovare la voce con le cellule staminali (e non solo) - (Corriere della Sera)
M. Fronte - 24/04/2011

Sopravvive la neonata più piccola del mondo - (Avvenire)
C. Bellieni - 24/04/2011
TESTAMENTO BIOLOGICO/DAT

Fine vita si prova a stringere i tempi - (Avvenire)
P. L. Fornari - 27/04/2011

La morte non si norma - (Europa)
P.L. Castagnetti - 27/04/2011

Attenti ad una cultura che sostiene e approva ogni scelta individuale - (Corriere della Sera)
B. Della Piccola - 28/04/2011

Ma l'attuale testo non tutela la sfera più intima e privata - (Corriere della Sera)
P.G. Strada - 28/04/2011
FARMACI

Farmaci, raffica di ticket sui generici, pochi ribassi - (Sole24Ore)
R. Turno - 23/04/2011
MEDICI/PROFESSIONE

Medici, il numero chiuso preoccupa gli Ospedali - (Corriere della Sera)
S. Ravizza - 20/04/2011

Ospedali senza Medici. "Via" il numero chiuso - (Corriere della Sera)
S. Ravizza - 20/04/2011
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/OSPEDALI/SPESE

Per le cure termali ora la domanda è on-line - (Il Messaggero - Casa)
B. Benelli - 24/04/2011

Frontiere aperte per i dati sui virus - (Corriere della Sera)
R. Renzi - 24/04/2011

Per gli esami del sangue andremo in farmacia - (Corriere della Sera)
R. Corcella - 24/04/2011

Caos generici e il cittadino paga - (La Repubblica)
G. Pepe - 26/04/2011

Regioni, via libera al riparto - (Sole24Ore)
P. Del Bufalo - 27/04/2011

Debiti p.a. la compensazione al test dei saldi di finanza - (Italia Oggi)
C. Bertelli - 27/04/2011

Sanità, regioni senza veli per i laboratori privati - (Italia Oggi)
D. Ferrara - 27/04/2011

Addio risparmi, stangata sui farmaci generici - (Libero, Ed. Milano)
A. Mirante - 27/04/2011
PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

L'osservatrice romana - (Il Foglio)
B. Palombelli - 27/04/2011

USA sottopagati anche gli ovuli - (Avvenire E' Vita)
A. Galli - 28/04/2011
STATO VEGETATIVO

Nell'anima la garanzia dell'Umanità - (Avvenire E' Vita)
G.S. Lodovici - 28/04/2011
LEGGE 40/STAMINALI/DIAGNOSI PRENATALE/EUGENETICA

Il mio tubicino fa perdere peso ai grandi obesi - (QN)
R. Carbutti - 26/04/2011

Medicina ora è un investimento - (Italia Oggi)
B. Pacelli - 27/04/2011
RICERCA/UNIVERSITA'