RASSEGNA STAMPA
IL DESTINO DELLE LEGGI INIQUE


Oggi è più semplice, alla luce della verità del terremoto di Haiti, commentare la vicenda della decisione del giudice di Salerno sulla legge 40 (coppia fertile, cui è stata consentita la diagnosi pre-impianto perché portatrice di grave patologia genetica).  E’ più semplice per chi ancora si lascia interrogare da quello che accade: la fragilità ci caratterizza, non siamo noi i padroni della nostra vita. Questo si vede anche nelle cose più semplici, non è necessario un terremoto per capirlo; basta una giornata di neve a bloccare ogni nostro progetto e anche quando non nevica la giornata,  a sera, quando ci pensiamo, non si è mai svolta come l’avevamo programmata o immaginata. Già durante tutto il referendum del 2005 avevamo ribadito questo con ardore in tutti i nostri 225 incontri in giro per l’Italia in difesa appunto della legge 40, in difesa eppure non tacendo tutta la verità sulla tecnica della fecondazione assistita. Il nostro motto era “cos’è l’uomo”, e in questa domanda c’è tutto. La tecnica della FIVET non fa bene all’uomo. E la medicina non è nata per creare uomini in provetta, ma per curare e guarire dove possibile. Abbiamo ridetto questo più e più volte, documentandolo anche con l’evidenza dei dati scientifici, l’aumento delle malformazioni, pari al doppio di quelle presenti nella popolazione nata da concepimento naturale, dei parti plurimi e cioè a rischio, della prematurità grave, del vissuto familiare e di coppia dirompente dopo aver ottenuto il figlio a tutti i costi (“Fecondazione assistita. La tecnica.”).
Ma la legge 40 era da difendere perché c’era il rischio del peggio, del disordine programmato. Insomma una legge per dare una regola. Almeno per chi questa tecnica avrebbe voluto usarla. Messi i paletti adeguati, nel rispetto di un uomo concepito e non ancora nato, non siamo mai stati ingenui. In un’epoca eticista come è ormai la nostra (cioè in un’epoca dove l’etica è diventata ideologia pura, basata puramente sul “costume sociale prevalente” sul “sentire comune”) l’elaborazione di leggi e norme a partire da criteri quali quello ontologico, oggettivo, cioè inattaccabile perché appartenente alla natura di ogni uomo non serve più alla vita. Nello stato laico ed eticista prima o poi qualsiasi legge è destinata a essere disattesa, meglio trasgredita, nell’impunità assoluta, anzi con il consenso del giudice. Per questo non ci siamo meravigliati dell’ennesima decisione del giudice di Salerno che vanifica totalmente la legge 40; fatto già successo con la legge 194, trasgredita con l’introduzione della RU486 che è incompatibile sostanzialmente e non solo formalmente con essa; e trasgredita ancora dalla pratica di aborto selettivo – vietato dalla legge tout court - in cui fu ucciso per errore il gemello sano, con la successiva assoluzione del medico che l’aveva praticato. E probabilmente succederà così dopo la elaborazione e approvazione della tanto agognata legge sul testamento biologico. Ne siamo coscienti. Allora non c’è via di uscita?

Una domanda è inevitabile: non c’è nessuno in Parlamento o nel tessuto sociale che possa dare un imperioso ALT ai giudici, a chi le leggi dovrebbe far rispettare invece che aiutare a trasgredirle? Domanda ovvia ma non so se fruttuosa.
Una osservazione ne consegue: le leggi ingiuste – quelle originate dalla necessità di regolamentare e consolidare il diritto del più forte sul più debole, oppure nate dal desiderio violento di appropriarsi della vita e della morte propria e/o altrui sono destinate ad essere trasgredite. Perché sono esse le prime ad aver trasgredito, ad aver disatteso cos’è l’uomo.
Non si scherza, è così. Non se ne esce, se non ritornando al lavoro unico e soddisfacente della vita: quello dell’educazione. Rendere visibile a tutti gli uomini del nostro tempo con la propria vita (atti, gesti, incontri, discorsi ma anche fatti) che la vita è più bella, più intensa e anche drammatica, dura, eppure piena se la accettiamo così come è, se la si vive stando in essa, così come è. Per fare questo occorrono compagni di viaggio che come noi condividano il senso del dolore, della fatica come anche quello della gioia. Il senso della vita insomma. E’ cambiato il tessuto sociale, si è persa la speranza di poter essere contenti nelle condizioni in cui si è, perché si è perso il senso della vita. Dunque legiferare solo non basta: l’educazione è il lavoro tipico dell’uomo, di chi ha coscienza delle cose, e dura tutta la vita, non è mai finita.
Editoriale a cura di C. Isimbaldi

Proponiamo la  raccolta fondi di AVSI  per il terremoto ad Haiti.  
                                                                                                                         La Radazione

(Versione in pdf per stampa)


LEGGE 40/EUGENISMO

Un figlio in grado di vivere: desiderio umano, non eugenetica - (Corriere della Sera)
I. Bossi Fedrigotti - 15/01/2010

Roccella: non c'è il diritto ad avere un figlio sano - (Corriere della Sera)
- 16/01/2010

Cara dottoressa, la medicina non è una scienza - (Il Giornale)
G. Israel - 16/01/2010

Bioetica, se usassimo buon senso e cuore invece dell'ideologia? - (Secolo d'Italia)
A. Gravino - 16/01/2010

La confusione di Eugenia Roccella - (Liberazione)
- 17/01/2010

Bioetica, l'assolutismo non paga - (Secolo d'Italia)
G. Palma - 20/01/2010

Il Far West di Isabella - (Avvenire)
- 21/01/2010

"Va fermato chi vuole smontare la legge 40" - (Avvenire)
I. Nava - 21/01/2010 In evidenza

Provetta per tutti: un mondo di bebè selezionati - (Avvenire)
A. Morresi - 21/01/2010

Sei anni di assalti per via giudiziaria - (Avvenire)
I. Nava - 21/01/2010 In evidenza

"E' la coscienza attuale...": e si scardina l'uomo - (Avvenire)
D. Delle Foglie - 21/01/2010 In evidenza

Nei tribunali la lobby dei ricorsi - (Avvenire)
V. Daloiso - 21/01/2010

Sì al test pre-impianto per coppia fertile - (Il Sole24Ore Sanità)
- 25/01/2010

Figli (quasi) perfetti - (Tempi)
B. Frigerio - 27/01/2010

Una spallata alla legge sulla fecondazione assistita - (Oggi)
U. Veronesi - 27/01/2010
ABORTO/RU486

Emilia Romagna: "Aborto chimico in day hospital" - (Avvenire)
S. Andrini - 20/01/2010

Aborto, la Polverini difende la legge 194: "Una legge di libertà" - (Il Messaggero)
M. Evangelisti - 22/01/2010

Una marcia per la vita e per una giusta riforma sanitaria - (L'Osservatore Romano)
M. Bellizzi - 22/01/2010

Altra grana per Errani: la pillola abortiva - (Il Resto del Carlino)
M. Pandolfi - 22/01/2010
CORDONE OMBELICALE/STAMINALI

Il Pirellone investe sulle staminali - (La Padania)
- 16/01/2010

Staminali. Ladri di speranza - (Panorama)
- 21/01/2010

Il "genio" delle staminali per le ricerche della Speranza - (Corriere del Veneto)
- 21/01/2010
TESTAMENTO BIOLOGICO/EUTANASIA
CURE PALLIATIVE

Cure palliative, la legge è in dirittura d'arrivo - (Avvenire)
F. Lozito - 22/01/2010

Le cure palliative al traguardo - (Il Sole24Ore Sanità)
- 25/01/2010
BIOETICA/BIOPOLITICA

La legge morale naturale interpella la società e il diritto - (L'Osservatore Romano)
Benedetto XVI - 16/01/2010 In evidenza

E a Bari Vendola è indagato - (La Stampa)
C. Festa - 19/01/2010

Abortista & Presidente - (Libero)
A. Morigi - 21/01/2010

Francamente Satana è più bello - (Il Foglio)
- 21/01/2010 In evidenza

Gesù Bonino - (Tempi)
E. Boffi - 27/01/2010 In evidenza
OBIEZIONE DI COSCIENZA

L'obiezione di coscienza - (Cultura Oggi)
L. Girola e M. Mascherpa - 01/03/2010
INFLUENZA A/H1N1

Vaccino, stop a 24 milioni di dosi - (Corriere della Sera)
- 15/01/2010

Da sempre cauti sulla pandemia - (Il Sole24Ore )
R. Turno - 16/01/2010

Si riduce l'impegno sui vaccini - (Il Sole24Ore )
M. Perrone - 16/01/2010

Farmindustria: "Novartis riconverta il vaccino eccedente" - (La Repubblica)
M. Bocci - 20/01/2010

Ferruccio Fazio e la fregola da vaccinazione - (Il Giornale)
- 21/01/2010
OBAMA E LA SANITA'

Il prezzo della salute - (Affari & Finanza)
W. Galbiati - 18/01/2010 In evidenza

Obama, crisi di consensi. Sulla sanità sarà battaglia - (Il Messaggero)
A. Guaita - 20/01/2010

Usa, la riforma della sanità appesa al seggio di Kennedy - (Corriere della Sera)
- 20/01/2010

L'irresistibile ascesa del Tea Party - (La Repubblica)
- 21/01/2010

Obama dimezzato - (Il Sussidiario.net)
R. Fontolan - 21/01/2010

Obama inciampa sul populismo - (Il Sole24Ore )
S. Schama - 21/01/2010

La Pelosi gela Obama sulla riforma sanitaria - (Il Sole24Ore )
R. Miraglia - 22/01/2010
ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA/RICERCA

Finito il vaccino per i neonati - (Corriere della Sera ed. Milano)
- 17/01/2010

Servizio nazionale da salvare - (Il Sole24Ore )
R. Turno - 17/01/2010

Sanità-previdenza: nuove frontiere - (Affari & Finanza)
A. Bonafede - 18/01/2010

I fondi integrativi del Ssn censiti nella nuova anagrafe - (Il Sole24Ore )
B. Santacroce - 19/01/2010

Un flop i piani di rientro per la sanità - (Il Sole24Ore )
- 19/01/2010

La buona sanità - (Il Giornale ed. Lazio)
F. Fazio - 20/01/2010

Via al censimento dei fondi sanitari - (MF)
A. Messia - 20/01/2010

La legge Basaglia tradita da chi abbandona i malati - (Corriere della Sera)
- 20/01/2010

La sanità è in rosso. Penalizzati i disabili - (Avvenire)
L. Liverani - 20/01/2010

Spunta il ticket per la riabilitazione - (Il Messaggero)
- 20/01/2010

I finanziamenti alla ricerca - (Il Fatto Quotidiano)
- 21/01/2010

Roma: Santa Lucia in piazza - (Avvenire)
- 21/01/2010

Il deficit sanità del Lazio è la metà di quello nazionale - (Italia Oggi)
E. Narduzzi - 22/01/2010
LETTERE ALLA REDAZIONE