RASSEGNA STAMPA
LA MEDICINA AMMALATA DI EFFICIENZA. COME LA SENSIBILITA' ECONOMICA STA CAMBIANDO LA PROFESSIONE


Un articolo recentemente pubblicato su New England da P. Hartzband e J. Groopman - l’Autore di “Anatomia della speranza” - affronta il tema della crescente sensibilità al denaro che si va affermando in medicina e degli effetti negativi sui comportamenti professionali.
La necessità di razionalizzare la crescente spesa sanitaria ha convinto molti amministratori che i medici possano operare scelte più efficienti - evitando gli sprechi e migliorando la qualità professionale - semplicemente sensibilizzandoli ai flussi monetari connessi alla loro attività. Nel sistema sanitario statunitense questa attenzione ha portato ad applicare un “cartellino prezzo” a quasi ogni aspetto del lavoro quotidiano del medico, con un’attenzione frenetica a costi e rimborsi. Eppure promuovere una mentalità commerciale in medicina può avere conseguenze inattese che portano, al contrario, a una minore produttività e qualità dei servizi.
L’articolo offre numerosi esempi in questo senso, citando studi di economia e psicologia comportamentale che dimostrano come soggetti motivati solo da una remunerazione siano costantemente meno disponibili ad impegnarsi in favore di coloro che necessitano di aiuto. In una strada urbana, ad esempio, sarà significativamente più probabile che un passante aiuti un autista a caricare un divano sul proprio camion se il suo intervento viene richiesto come favore, anziché dietro un compenso di mezzo dollaro. Per annullare questo risultato è necessario aumentare la cifra offerta di almeno 10 volte. L’effetto demotivante del denaro sta nella differenza fra le interazioni sociali-solidali e quelle utilitaristiche, o di scambio. La medicina è connotata dalla coesistenza di entrambe le tipologie di relazione: i medici ricevono un onorario per le loro prestazioni, ma la loro motivazione sottende una base relazionale solidaristica, l’aspettativa e l’obbligo morale di aiutare chi ha bisogno di assistenza. Oggi molti professionisti sono così alienati e insoddisfatti dei loro stipendi da attenersi al minimo indispensabile richiesto dal tabellare.
Questo cambiamento culturale rischia di distruggere fattori essenziali alla qualità professionale, quali la dignità del lavoro, il senso del dovere, l’altruismo, la collegialità.
Per esigenze di controllo e standardizzazione delle attività sanitarie, i riferimenti di buona pratica clinica sono stati definiti attraverso una serie di requisiti idonei ad essere riportati su una checklist, come la prescrizione di aspirina a un paziente a rischio ischemico o il consiglio di astenersi dal fumo. Si tratta di comportamenti ben sostenuti da considerazioni di efficienza, mentre non esistono misure per la qualità che deriva dalle dimensioni solidaristiche della medicina. Non sorprende, quindi, la tendenza attuale dei neolaureati a privilegiare le specializzazioni meglio remunerate e caratterizzate da un impegno orario definito (come radiologia, anestesia, oftalmologia): da studenti hanno spesso sentito i loro docenti, e i media, discutere degli aspetti economici della medicina. L’intero sistema della formazione ne è permeato.
Come può il mondo professionale affrancarsi da questa intossicazione di utilitarismo per non scivolare nell’alienazione? Sotto il profilo culturale, è necessario anzitutto promuovere un’azione di recupero delle istanze originali della professione. Vi sono poi scelte organizzative che possono facilitare questo processo, come quella di valorizzare gli aspetti di coordinamento del percorso di cura. Il case management e i programmi assistenziali centrati sul paziente come nell’esperienza delle medical home della medicina generale statunitense possono costituire un buon approccio alle istanze di razionalizzazione facendo leva sul fattore umano.
(Hartzband P, Groopman J. Money and the changing culture of Medicine. N Engl J Med 2009;360:101-103)

Editoriale a cura di L. Munari

La Redazione

 

(versione in pdf per stampa)


PROFESSIONE/ORGANIZZAZIONE SANITARIA/SPESA

Denunciare i clandestini non può essere una scelta - (Libero)
I.M. Prado - 14/02/2009

Irregolari, la rivolta dei medici: "Non denunceremo nessuno" - (La Repubblica Metropoli)
- 15/02/2009

Medici, si prepara la deregulation dell' "intramoenia" - (Il Sole24Ore )
R. Turno - 15/02/2009

Ospedali, irregolari in fuga. Si riempiono gli ambulatori - (Il Giornale ed. Milano)
R. Balestriero - 16/02/2009

Siamo noi i medici dei clandestini - (Gente)
F. Gironi - 24/02/2009
INFERMIERI

Più etica in corsia - (Italia Oggi)
G. Ventura - 18/02/2009

Aiuti agli infermieri - (Italia Oggi)
I. Marino - 19/02/2009
TESTAMENTO BIOLOGICO/FINE VITA/EUTANASIA/CURE PALLIATIVE

"Francesco è sempre con noi ma abbiamo bisogno d'aiuto" - (Avvenire)
V. Chianese - 14/02/2009

E' il Belgio dell'eutanasia - (Il Foglio)
- 14/02/2009 In evidenza

Dorina Bianchi: "Ecco la correzione di rotta del Pd" - (Il Riformista)
A. Calvi - 14/02/2009

Testamento biologico, primo test tra un mese - (Il Sole24Ore )
- 14/02/2009

Quella libertà di mangiare e di bere - (La Repubblica)
A. Sofri - 14/02/2009

"Io cattolica lavoro per una legge laica" - (La Repubblica)
F. Bei - 14/02/2009

Delirio di onnipotenza - (Avanti!)
E. Novi - 14/02/2009

Marino già evoca un referendum e mette scompiglio nel Pd - (Avvenire)
P.L. Fornari - 15/02/2009

"Referendum sulla legge del testamento biologico" - (Corriere della Sera)
L. Salvia - 15/02/2009

Englaro: pronto a scendere in campo per il voto - (Corriere della Sera)
G.M. Mottola - 15/02/2009

I paletti di Bagnasco: ai più deboli non si possono togliere cibo e acqua - (Corriere della Sera)
G.G. Vecchi - 15/02/2009

La nuova legge truffa - (La Repubblica)
S. Rodotà - 15/02/2009

"Referendum se passa il testamento biologico" - (Libero)
C. Maniaci - 15/02/2009

Se il Tar "apre" all'eutanasia - (Avvenire)
G.L. Gigli - 17/02/2009

Referendum sul fine vita? Nel Pd crescono i "no" - (Avvenire)
P.L. Fornari - 17/02/2009 In evidenza

"Sia fatta la nostra volontà" - (Il Manifesto)
E. Martini - 17/02/2009

"Legge condivisa sul testamento biologico" - (La Repubblica)
S. Buzzanca - 17/02/2009

Francia, soldi dallo stato per i familiari in fine vita - (La Stampa)
D. Quirico - 18/02/2009

Fine vita, nessuna scelta contro il bene del malato - (Avvenire)
P.L. Fornari - 19/02/2009

Pronti a tutto per ottenere una firma - (Avvenire)
M. Aramini - 19/02/2009

Stati vegetativi: quanta confusione sulla diagnosi - (Avvenire)
L.G. Daziano - 19/02/2009 In evidenza

Pensieri e parole della "lobby" pro-eutanasia - (Avvenire)
F. Agnoli - 19/02/2009

"Scelte condivise sul fine vita" - (Il Sole24Ore )
C. Marroni - 19/02/2009

I civilisti: niente forzature sul testamento biologico - (Il Sole24Ore )
T. Piattelli - 19/02/2009

Eutanasia diffusa? Urgono subito risposte chiare - (Libero)
L. Santambrogio - 19/02/2009

"Soluzione condivisa sul testamento biologico" - (L'Unità)
R. Monteforte - 19/02/2009

Eutanasia - (Tempi)
G. Gobber - 19/02/2009

Vogliamo anche noi scrivere la legge - (Famiglia Cristiana)
M. Bonante - 19/02/2009

Voglio morire, per legge - (Il Foglio)
- 20/02/2009 In evidenza

"Fine vita". Pd diviso - (Corriere della Sera)
M. De Bac - 20/02/2009

Le nostre figlie come Eluana - (Gente)
S. Nazzi - 24/02/2009
ELUANA

Campeis e lo strato stato di diritto - (Avvenire)
G.L. Gigli - 14/02/2009

Choc che può segnare in bene il futuro di un popolo - (Avvenire)
D. Delle Foglie - 15/02/2009

Verità & bugie: pro-memoria sul "caso Englaro" - (Avvenire)
P. Ciociola - 19/02/2009

E' stata eutanasia. Int. a M. Sacconi - (Famiglia Cristiana)
G. Nardocci - 19/02/2009

Eluana? Mai più. Int. a S. Canavero - (Oggi)
E. Rosati - 25/02/2009
CONTRACCEZIONE/ABORTO/PILLOLA DEL GIORNO DOPO/RU486

I socialisti spagnoli. "Aborto libero per le sedicenni" - (Avvenire)
M. Coricelli - 14/02/2009

Pillola del giorno dopo, è boom - (La Repubblica ed. Firenze)
- 19/02/2009
PMA/LEGGE 40

Un figlio dal marito in coma, è corsa contro il tempo - (Il Gazzettino)
F. Cappellato - 14/02/2009

L'infertilità in Italia coinvolge una coppia su cinque - (Il Giornale)
M. Morello - 14/02/2009

Al giudice piace il tutore - (Il Foglio)
- 18/02/2009 In evidenza

Il figlio ridotto a ricordo. Chi glielo spiegherà? - (Avvenire)
M. Aramini - 19/02/2009 In evidenza

E se in coma fosse la madre? - (Liberal)
L. Santolini - 19/02/2009

Procreazione, troppi ostacoli - (Il Sole24Ore Sanità)
M. Bartoloni - 19/02/2009

Quella fecondazione sarebbe fuorilegge - (Liberal)
- 20/02/2009 In evidenza

L'appello a Sacconi - (Liberal)
- 20/02/2009
STAMINALI ADULTE ED EMBRIONALI/RICERCA
BIOETICA / BIOPOLITICA

Il ministro della buona vita - (Il Foglio)
M. Rizzini - 14/02/2009 In evidenza

La quiete di Bentham - (Il Foglio)
S. Cingolati - 14/02/2009 In evidenza

Il rabbino e la bioetica degli ebrei - (Il Riformista)
F. Bolino - 15/02/2009

Questioni di etica: in Europa non esiste il partito monolitico - (Il Secolo d'Italia)
A. Rapisarda - 15/02/2009

Pellegrino: attenzione alle idee distorte di felicità e libertà - (ilsussidiario.net)
E. Pellegrino - 16/02/2009

Una predica del 1941 torna d'attualità - (ilsussidiario.net)
D. Sussi - 16/02/2009

Eugenetica, spettro che ritorna - (Avvenire)
S. Mazza - 18/02/2009

"Attenti: si riaffaccia lo spettro dell'eugenetica" - (Il Giornale)
A. Tornielli - 18/02/2009

"Politica vecchia, giovani pro-life" - Int. a J. Bottum - (Avvenire)
A. Simoni - 19/02/2009

Quel pagano senso del destino - (Tempi)
R. Persico - 19/02/2009

Etica&Scienza, medici in crisi nel dopo Eluana - (Il Sole 24 Ore, Sanità)
- 19/02/2009

"Con il Vaticano totale identità di vedute" - (La Repubblica)
M. Politi - 19/02/2009

Ogni conquista scientifica ha lo sguardo di Giano - (Osservatore Romano)
R. Fisichella - 20/02/2009 In evidenza