P. Mertens, Lisje mia figlia. Parole per la nascita e la morte di una bambina speciale


Una bambina diversa che non doveva vivere, un padre che cerca le parole per raccontare la loro storia.
Quel'è il potere della parole? Quando nel 1978, ad Anversa, un padre ed una madre assistono alla nascita della loro prima figlia, la società e l'ambiente medico li assalgono con lo stesso messaggio: "Non vivrà. Fareste meglio a pensare ad un altro figlio".
Lies è nata con una "schiena aperta". Spina bifida, dicono i medici. Le parole non sono solo parole: sono armi. Possono di volta in volta deformare, negare, rifiutare, condannare.
Ma lies sopravvive e questo è il racconto di una lotta: la sua e quella dei suoi genitori, una lotta per il diritto alla vita e alla differenza.

Pierre Mertens
Lisje mia figlia. Parole per la nascita e la morte di una bambina speciale

ed. Cantagalli, Siena
pp. 192 - € 14,00 - formato 13,5x21

www.edizionicantagalli.com