LA CHIUSURA DEGLI OPG: UNA STORIA ITALIANA E UNA SFIDA.
(rassegna stampa del 13/04/2015)

Con il 1° aprile 2015 gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG) d’Italia sono ufficialmente chiusi. Si modificano cioè le modalità di assistenza per i pazienti psichiatrici autori di reato. All’inizio del 2010 circa 1.400 persone, ree ma giudicate non imputabili e socialmente pericolose, erano “internate” negli OPG italiani, assistite per la maggior parte in condizioni non dignitose né appropriate in strutture di tipo carcerario, con la sola eccezione di Castiglione delle Stiviere (MN) già organizzato con modello sanitario.
PREMIO PICCININI
V Edizione - Maestri del nostro tempo nel campo della cura, dell’assistenza e dell’educazione

COMUNICACI LA TUA E-MAIL
Se non ricevi le nostre comunicazioni è probabile che il tuo riferimento non sia registrato nella nostra anagrafica....
NON NEGOZIAMO MA COSTRUIAMO PER IL BENE DI TUTTI - Assemblea Nazionale M&P
Questo storicamente è stato l’inizio dell’avventura dell’associazione Medicina e Persona: il tentativo di giudicare la realtà sanitaria invitando a mettersi in cammino insieme, dare tempo, spazio, energie per riflettere su quanto ci accade, utilizzando gli strumenti che abbiamo a disposizione con la stessa serietà metodologica, scientifica, con cui affrontiamo il lavoro di aggiornamento e ricerca in ospedale ed in università e con il gusto di arrivare a vedere brillare lo scopo del nostro lavoro ( la “cura” di un uomo ) nella pratica quotidiana di esso e nell’organizzazione dei luoghi della cura.

SOGGETTO E PERCORSI DI CURA NELLA SALUTE MENTALE - Perdono e Compassione
Riflettendo sull’esperienza del Convegno per operatori psicosociali tenutosi nello scorso ottobre a Triuggio, abbiamo considerato la possibilità di poter continuare il dialogo su alcuni temi.